Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, il sindaco: "Sagre, calendario ridotto". Sisi replica: "Niente sagre, solo cene sociali"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Dal tavolo sulla sicurezza alle sagre passando per le questioni Coingas e Agorà. Il sindaco Ghinelli risponde alle domande di Radio Fly nel consueto appuntamento del mercoledì con l’editore Giuseppe Misuri.
Ripartenza
Il sindaco Ghinelli comincia dall’incontro con il prefetto Maddalena De Lucia. “Abbiamo delineato le prime azioni - dice il primo cittadino - Intanto siamo autorizzati a mettere in campo gli steward per aumentare i controlli nelle piazze e davanti ai locali. Poi nei prossimi giorni sarà convocato, sempre dal Prefetto, un tavolo tecnico che comprenderà le categorie economiche, e anche un medico della Asl che si occupa di problemi sociali. Sarà poi riattivato il sistema ‘milleocchi’ sulla città, vale a dire il contributo da parte dei cittadini che possono accedere a un numero con il quale segnalare situazioni di degrado. Così come presto la polizia municipale ripartirà con la pattuglia anti degrado. Ovviamentechiedo responsabilità agli esercenti, affinché Arezzo non torni indietro sul percorso di crescita culturale e turistica”. 
Sagre
Il sindaco annuncia novità per quanto riguarda le sagre che i ristoratori avevano chiesto di bloccare quest’anno: “La prossima settimana porteremo in Giunta - dice - un calendario che dobbiamo varare, perché se non lo facciamo vale la legge regionale che è più estensiva. Adotteremo un calendario ridimensionato rispetto al passato. Faremo meno sagre. L’intenzione è quella di non azzerarle, ma di ridurne l’impatto sulle realtà ristorative in sede fissa”. E sulla questione subito arriva la replica di Flavio Sisi, presidente della Commissione Sagre. “E’ ovvio che sarà un calendario ridotto perchè il Covid ci ha colpito e ci colpirà ancora durante tutta la stagione considerato che ci sarà una moria di sagre che probabilmente cercheremo di compensare con cene sociali e mini eventi per recuperare quello che ci serve per pagare le bollette”. 
Fortezza
Quando sarà riaperta? “In questi giorni in Fortezza ci sono i lavori di Nuove Acque e nel giro di due mesi sarà riaperta al pubblico”, risponde il sindaco.
Processo Coingas
Che cosa può accadere nella Giunta? “Ci sarà un processo e la conseguente graticola mediatica - risponde Ghinelli - che vedrà attori anche elementi dell’amministrazione comunale come il sottoscritto. Faccio voti alla magistratura nell’ambito della sua piena, intoccabile e indiscutibile autonomia, di fare presto”. Ma tutto questo quanto impatta sull’operato del consiglio comunale? “Dal punto di vista delle coscienze io personalmente non mi lascio trascinare nel vortice, sono tranquillo e continuo a fare il mio lavoro di sindaco. Dal punto di vista del consiglio comunale c’è spesso il richiamo da parte dell’opposizione a questa posizione scomoda del sindaco col tentativo di farci perdere la pazienza cosa che viene vanificata”. Staderini? Chiede Misuri. “Non ci siamo più parlati da molto tempo. L’amicizia richiede fiducia, essere stati registrati per tre anni di fila senza saperlo, non è un’azione che possa comportare una fiducia sulla quale si basa l’amicizia”. 
Agorà
“Un sistema che ha consentito di fare questo tipo di evasione, forse andava controllato prima - dice- Certo tutto il sistema della cooperazione e dell’assistenza si vede sotto una luce diversa ed è il caso che i controlli vengano intensificati non soltanto sul Comune e sulle Fondazioni, ma anche sui soggetti che prestano servizi e che ricevono corrispettivi rispetto al quale c’è un sistema fiscale che era evidentemente facile aggirare”.