Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, c'era una bomba inesplosa vicino alla stazione ferroviaria: intervento degli artificieri

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Ordigno rinvenuto nei pressi della stazione di Rigutino ad Arezzo e distrutto dagli artificieri. La scoperta della bomba era avvenuta nel piazzale adiacente al fabbricato viaggiatori, non in uso come scalo, nel corso dei lavori di scavo per posizionare una tubazione idraulica. Ieri mattina, su richiesta della Prefettura, gli artificieri dell’Esercito del 2° Reggimento genio pontieri di Piacenza sono intervenuti con la collaborazione degli agenti della Questura ed hanno provveduto a neutralizzare la granata d’artiglieria da 10,5 centimetri caricata ad alto esplosivo di fabbricazione tedesca. L’ordigno è stato trasportato, in massima sicurezza, presso una cava dismessa dove successivamente è stato fatto brillare. Nel corso degli ultimi mesi sono stati numerosi i ritrovamenti casuali di ordigni bellici risalenti alla seconda guerra mondiale nei pressi della città e anche in provincia. 
Oggetti che risultano ancora potenzialmente molto pericolosi, quindi da parte degli artificieri viene rinnovato anche in questa occasione l’appello alla prudenza: non vanno mai toccati e in ogni caso e vanno segnalati alle Forze dell’ordine che successivamente attivano la procedura per circoscrivere l’area, delimitandola con fettucciato, e quindi effettuare in piena sicurezza la rimozione e il disinnesco.