Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cortona, più suolo pubblico ai ristoratori e il mercato si sposta: è polemica

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Caos a Cortona per lo spostamento di alcuni banchi del mercato da piazza Signorelli verso le zone più periferiche della città “ma non troppo”, come dice il sindaco Luciano Meoni. Tutto è iniziato alcuni giorni fa quando agli ambulanti è stata comunicata la variazione. “Praticamente - dicono - ci dobbiamo spostare per fare posto ai tavolini dei ristoranti che comunque già lavoravano anche prima”. Spiegano: “Per ordinanza comunale - raccontano - il sabato mattina, quando cioè c’è il mercato da sempre i ristoratori, mettono fuori i tavoli e poi si allargano quando si va via noi. Verso le 13.30 più o meno. Una situazione che praticamente è andata avanti così da sempre. Tra noi ambulanti e i ristoratori ci siamo sempre aiutati. Dopo il Covid anche il mercato è stato rivisto per avere più spazio e meno assembramenti tanto che hanno messo anche 4 banchi in una piazzetta adiacente a piazza Signorelli. Noi comunque ci siamo spostati e adattati a tutto pur di lavorare”. E’ andata avanti così fino praticamente alla scorsa settimana: “Giovedì scorso - proseguono gli ambulanti - dopo una riunione tra commercianti e amministrazione ci hanno comunicato che ci sarebbe stata la riunione per scegliere i posti secondo graduatoria e che tutti gli alimentari si sarebbero spostati su piazza Garibaldi. Una piazza lontanissima in fondo a ruga piana”. Ma come mai questa scelta? “Ci hanno detto - proseguono ancora gli ambulanti - che ai commercianti era stato raddoppiato il suolo pubblico e quindi noi del mercato dovevamo spostarci. Praticamente bisogna spostarci per fare posto ai ristoranti che così possono mettere i tavoli prima”. “Sì, è così - dice il sindaco di Cortona Luciano Meoni - Abbiamo voluto rivedere le geometrie del mercato e alcuni banchi verranno spostati in piazza Garibaldi”. “Il sabato - spiega il primo cittadino - alcuni banchi chiudono l’accesso ai ristoranti e in questo momento penso che sia giusto fare lavorare tutti alla stessa maniera ed ecco perché abbiamo pensato di spostare il mercato e aprire così gli spazi in piazza Signorelli”. Ma tutto questo avrà una durata precisa: “Sì abbiamo intenzione - continua il sindaco Meoni - di attuare il cambiamento dal 1 di luglio fino alla fine di settembre praticamente solo nei mesi estivi. Per permettere così un maggiore afflusso turistico, considerato che Cortona vive molto di turismo e in questo momento ce n’è davvero bisogno”. Ma il primo cittadino è anche pronto a tornare sui suoi passi: “Se vediamo che le prime edizioni del nuovo mercato non hanno successo, allora possiamo pensare di tornare indietro. Ma per tre mesi però potranno resistere a questa nuova collocazione”. Gli ambulanti dunque che cosa faranno accetteranno questa nuova soluzione? “La decisione è arrivata sabato scorso - dicono - vediamo quello che succederà nei prossimi giorni. Se accettiamo lo spostamento o se alla fine ci adegueremo tutti”.