Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, McDonald's assume 25 ragazzi. Ecco dove e come inviare il curriculum

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

McDonald’s assume, si prega di inviare curriculum. Il grande marchio del fast food sta cercando 25 persone da inserire nei ristoranti di Arezzo, Terranuova Bracciolini e Foiano. In particolare 5 in città, 10 a Terranuova Bracciolini e 10 a Foiano. La grande azienda cerca ragazzi dinamici, predisposti al lavoro in team e al contatto col cliente. I nuovi assunti saranno seguiti in un percorso di formazione e crescita professionale che valorizzerà skills e punti di forza di ciascuno e avranno l’opportunità di lavorare in un contesto giovane, informale e dalla forte identità di gruppo. “Si tratta di un forte segnale di ripartenza e volontà di investire sul territorio - sottolineano dalla direzione - E che faranno parte di un piano di rilancio che prevede l’assunzione di 2.000 nuove persone di cui circa 1.000 faranno parte dell’organico dei nuovi ristoranti in apertura in 15 regioni italiane nei prossimi mesi, mentre le altre 1.000, saranno assunte per rafforzare lo staff di alcuni dei ristoranti già esistenti”. Per chi ha voglia di mettersi in gioco può inviare la propria candidatura attraverso il sito McDonald’s.

E se il lavoro in questa ripresa post Covid sembra non mancare, chi invece è ancora assente sono i ragazzi. Mancano infatti gli stagionali soprattutto per quanto riguarda la ristorazione. Sia da Confcommercio che da Confesercenti, i ristoranti della città e della provincia stanno cercando gli stagionali, cioè i ragazzi che lavorano durante l’estate. “E’ difficile - sottolinea Cesare Ghelli rappresentante dei ristoratori di Confesercenti - reperire ragazzi. Sento tanti miei colleghi che sono in difficoltà”. “Siamo usciti ora dal lockdown e i ragazzi sono proiettati più a divertirsi che altro - sottolinea Federico Vestri di Confcommercio - Il problema poi è che alcuni ristoranti si sono ritrovati sguarniti per quanto riguarda il personale, perché durante il periodo di chiusura in tanti, anche chi aveva un contratto a tempo indeterminato, hanno cambiato lavoro”. “Resta comunque il fatto che quest’anno è molto difficile trovare i ragazzi per i lavori stagionali. E’ un problema che coinvolge diversi ristoranti e la cosa incredibile è che il lavoro c’è. Soprattutto negli agriturismi dove c’è bisogno di personale”.
E tra i freni che ci sono quest’anno rispetto anche all’anno scorso anche il reddito di cittadinanza. “Molti preferiscono tenere il reddito di cittadinanza piuttosto che accettare un contratto”, conclude Vestri.