Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore in casa, lo trovano dopo cinque giorni: cause del decesso ancora da chiarire

Esplora:

Lilly Magi
  • a
  • a
  • a

Trovato senza vita e con il corpo in avanzato stato di decomposizione. Morto probabilmente da almeno cinque giorni, nella casa dove viveva in centro storico, in vicolo Orselli, nelle vicinanze di via Guelfa. Gheorghe Igna, questo è il nome dello straniero del 1962 trovato morto, era sposato con due figli

 

 

A dare l’allarme sono stati i vicini di casa, insospettiti dal forte odore che domenica sembrava provenire proprio dall’abitazione del rumeno. Di conseguenza, visto che dalla casa non rispondeva nessuno, si è deciso di avvertire i carabinieri. Quando sono riusciti a entrare i soccorritori si sono trovati davanti purtroppo una tragica scena: Gheorghe Igna era disteso sul letto, senza vita. Sul posto è intervenuto anche il sindaco di Cortona Luciano Meoni, come rappresentante della sanità pubblica. L’autorità giudiziaria ha provveduto a far rimuovere il cadavere che nelle prossime ore verrà sottoposto ad accertamenti per capire cosa esattamente abbia provocato la morte dell’uomo, anche se l’ipotesi più probabile è quella di un malore. La salma è stata trasportata all'obitorio dell’ospedale San Donato di Arezzo. Per poter traslare la salma sono occorsi anche i vigili del fuoco che hanno fatto passare la bara da una finestra dell'appartamento, aperta appositamente per il morto, in quanto era dotato di una struttura fisica importante. E' sicuro che la morte sia sopravvenuta alcuni giorni fa, dato l’avanzato stato di decomposizione in cui è stato trovato il corpo, anche se il gran caldo potrebbe aver accelerato il processo. Gli esami autoptici valuteranno se la tragedia sia da attribuire a un malore improvviso, che non gli ha permesso neppure di dare l’allarme e di chiedere aiuto.

 

 

C'è anche chi assicura di averlo visto per l'ultima volta mercoledì scorso. Gheorghe era molto conosciuto a Cortona perché ormai vi abitava da alcuni anni insieme alla famiglia. Poi con l'avvento del Covid e le chiusure che avevano interessato anche la struttura dove lavorava come aiuto cuoco, aveva preso la decisione di lasciare Cortona. Con tutta la famiglia erano ritornati in patria, in Romania, dove avevano trascorso i giorni del lockdown. Recentemente l'uomo era stato richiamato dai suoi datori di lavoro ed era ritornato da pochi giorni nella cittadina Etrusca. Da due settimane circa. Gheorghe Igna lavorava in un noto ristorante del centro storico. La famiglia è stata avvertita per vie istituzionali. La notizia del decesso ha colpito l’intera comunità cortonese, dove Gheorghe si era fatto ben volere ed apprezzare così come la sua famiglia. Oltre a essere un volto noto in città, ha molto colpito il fatto che per giorni il corpo senza vita sia rimasto nell’abitazione.