Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carabinieri ritrovano Vespa rubata nel 1980: il proprietario incredulo alla notizia. Recuperato anche trattore

  • a
  • a
  • a

Il furto della Vespa risale a 40 anni fa. A Pisa. Di oggi nel Valdarno aretino il ritrovamento. I Carabinieri di Bucine e Castelfranco Piandiscò l'hanno recuperata insieme ad un trattore a conclusione di un’approfondita indagine. Denunciato in stato di libertà un ultracinquantenne, con alle spalle precedenti di polizia, residente a Castelfranco Piandiscò, per furto aggravato e ricettazione.

Tutto era iniziato a Bucine, quando, poche settimane fa, i Carabinieri della locale Stazione avevano ricevuto la denuncia-querela da parte di un pensionato bucinese residente nella zona, relativa al furto di un mezzo agricolo, trafugato da un terreno sito nella piccola frazione di Badia a Ruoti.

Il danno per il furto patito era di alcune migliaia di euro, trattandosi di un trattore non nuovissimo, ma comunque del tutto funzionante, cui si aggiungevano il disagio e l’amarezza dell’anziano per l’episodio spiacevole.

I Carabinieri della Stazione di Bucine si sono immediatamente attivati, eseguendo, in prima battuta, un accurato sopralluogo sul fondo ove era custodito il trattore, il che consentiva di formulare delle ipotesi sulla probabile via di fuga dei malfattori. Successivamente, anche sentendo a sommarie informazioni tutti i possibili testimoni, riuscendo a circoscrivere un periodo di tempo relativamente ridotto – neanche 24 ore – nell’arco del quale ipotizzare il momento in cui era stato perpetrato il furto. Infine, ricostruendo minuziosamente il percorso fatto dai malfattori, grazie ad una certosina attività di analisi dei filmati di videosorveglianza della zona.

A quel punto, i Carabinieri hanno quindi avuto in mano gli elementi indiziari necessari per formulare un’ipotesi accusatoria, ed hanno immediatamente richiesto all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un decreto di perquisizione, finalizzato a verificare se il denunciato fosse veramente riuscito ad impossessarsi del trattore, e che tipo di uso ne avesse eventualmente fatto.

Una volta ottenuto il decreto, alle prime luci del giorno gli uomini dell’Arma hanno eseguito la perquisizione domiciliare a casa del sospettato, a Castelfranco Piandiscò, coadiuvati dai colleghi della locale Stazione. Lì, all’esito della perquisizione, occultato sotto un telone, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro il trattore rubato, che poco dopo è stato riconsegnato al legittimo proprietario.

L’uomo è stato così deferito all’autorità Giudiziaria per furto aggravato. Ma non solo. L’attività investigativa non si è fermata qui. Infatti, nel corso della perquisizione, non è sfuggita ai militari, la presenza – all’interno dell'autorimessa di pertinenza dell'abitazione – di una Vespa 50 Special originale degli anni 70-80, di colore bianco, in ottime condizioni.

Richiesto in ordine alla provenienza del ciclomotore, il pregiudicato ha reso giustificazioni poco credibili, facendo insospettire ulteriormente i militari operanti. Gli ulteriori approfondimenti eseguiti successivamente hanno consentito di stabilire che si trattava di una Vespa trafugata a Pisa addirittura nel lontano 1980.

Anche in questo caso, il ciclomotore è stato sottoposto a sequestro ed immediatamente riconsegnato al legittimo proprietario, un 70enne della provincia di Pisa che stentava a credere alle parole dei Carabinieri che, al telefono, gli comunicavano di aver ritrovato, dopo oltre 40 anni, l’amata Vespa. Il pregiudicato di Castelfranco è così stato deferito anche per ricettazione del ciclomotore rubato.