Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, nei musei con il green pass: a chiederlo ai visitatori sono anche il Granduca e il robot Emiglio

Sara Polvani
  • a
  • a
  • a

Da oggi, venerdì 6 agosto, anche per visitare un museo, altri istituti e luoghi della cultura e mostre, servirà il green pass. In vista dell’entrata in vigore, i musei si sono organizzati, anche soprattutto per comunicare la novità del certificato verde.
“Abbiamo predisposto una comunicazione apposita per accedere dal 6 agosto al Museo della Fraternita dei Laici”, spiega il primo rettore Pier Luigi Rossi, “prendendo anche l’immagine del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo (un quadro presente nel Palazzo e dipinto nel 1742) con il green pass ed abbiamo inserito tutto nei nostri Profili social. Abbiamo in questo periodo, tra fine luglio e agosto, un notevole incremento di persone soprattutto straniere che visitano la mostra dedicata a Dante, con l’orologio che fa sempre più presa oltre al nostro terrazzino”. 

 

All’ingresso del museo il personale preposto verificherà la validità del green pass e confronterà i dati anagrafici con quelli di un valido documento di identità, che dovrà essere esibito insieme alla certificazione. Si prega pertanto di giungere al museo in anticipo con la documentazione visibile in modo da facilitare le operazioni di controllo. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 18.
Da oggi anche l’accesso alla mostra “90 anni sulla lizza”, prorogata fino al 15 agosto, così come al percorso espositivo “I Colori della Giostra” in Piazza della Libertà, sarà consentito soltanto agli utenti in possesso di green pass. La mostra sarà visitabile ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19 nelle sale a piano terra del Palazzo di Fraternita in Piazza Grande. La certificazione, in corso di validità, dovrà essere presentata (in formato digitale o cartaceo) unitamente ad un documento di identità al personale all'ingresso e sarà verificata tramite l'App nazionale VerificaC19.

 


“Per il green pass abbiamo già stampato la cartellonistica”, spiega la direttrice del Mumec Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo, Valentina Casi, “pubblicata anche nei canali social del museo per divulgare ancora più la notizia della necessità del certificato verde. Noi e i tirocinanti abbiamo l’App per la lettura del green pass. Ci sono state inoltrate tutte le informazioni dalla Regione. All’interno del museo si dovrà esibire il green pass e un documento di identità. L’applicazione di lettura è solo un’applicazione di lettura, non c’è alcun tipo di problema di privacy. Si presenterà forse il problema di famiglie con maggiori di 12 anni che non sono ancora vaccinati. Stiamo facendo una campagna di sensibilizzazione sul certificato verde, al Mumec anche il robot Emiglio comunica ufficialmente l’uso del green pass”. L’ingresso al Mumec è contingentato a 15 persone, per i gruppi è obbligatoria la prenotazione. È sempre consigliabile la prenotazione anche per il visitatore singolo. Gli orari di apertura sono martedì, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 17.30 più la prima domenica del mese per la Fiera Antiquaria.
“In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, dal 6 agosto per accedere in tutti i luoghi della cultura della Direzione regionale musei della Toscana”, si legge in una nota diffusa sui propri siti istituzionali, “come in città il museo Archeologico nazionale Gaio Cilnio Mecenate, la Basilica di San Francesco-Affreschi di Piero della Francesca, museo di Casa Vasari, museo nazionale d’Arte Medievale e Moderna o in provincia il museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere-Palazzo Taglieschi di Anghiari e l’abbazia di San Salvatore a Soffena di Castelfranco Piandiscò. E’ obbligatorio esibire il Green Pass corredato da un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica”. Anche il Comune di Sansepolcro ricorda che da oggi l’accesso al Museo Civico, come anche alla Biblioteca, sarà subordinato all’esibizione, in formato cartaceo o digitale, delle certificazioni verdi Covid. Il museo è aperto tutti i giorni in orario 10-13.30 e 14.30-19.