Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, giostratori in bolla Covid: auto quarantene e green pass per accedere alle scuderie

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Dai green pass al divieto di frequentare i luoghi affollati. Autoquarantene e pochi contatti durante la settimana del quartierista. Sono queste le regole ferree che i rettori hanno deciso di adottare, oltre a quelle standard, soprattutto all’interno delle scuderie dei quattro quartieri che si preparano per la Giostra di domenica 5 settembre. Una sorta di decalogo che è già scattato da una settimana e che servirà per tenere giostratori, allenatori e figuranti più protetti possibili. La paura è che possa scoppiare un focolaio alla vigilia del Saracino che possa vanificare tutto il lavoro fatto in queste ultime settimane. Roberto Felici, rettore del quartiere di Porta del Foro è preoccupato soprattutto per coloro che tornano dalle vacanze: “Chi rientra da un luogo di villeggiatura - dice - dovrà tenere le mascherine e il distanziamento anche all’aria aperta nelle vicinanze delle scuderie. Chiedo a chi ha anche solo il sospetto di avere avuto contatti con potenziali positivi, di mettersi in auto-quarantena. Ovviamente massima accortezza durante la settimana del quartierista”, a proposito della quale oggi ci sarà la conferenza dei servizi per fare il punto proprio su questa e su altre iniziative. Infine, sottolinea sempre il rettore Roberto Felici: “Green pass e ai giostratori chiedo di evitare i luoghi affollati durante la settimana che precede la Giostra”. Regole simili anche a Porta Santo Spirito dove da una settimana: “Alle scuderie - sottolinea il rettore Ezio Gori - si entra solo con il green pass. Il gruppo che lavora alle scuderie è già vaccinato, però, se il quartierista vuole venire a vedere gli allenamenti, deve mostrare il green pass. Ci siamo già attrezzati con l’app di riconoscimento”. Anche Gori sottolinea il pericolo vacanze. “Ai ragazzi che tornano dalle villeggiature chiediamo di fare il tampone. Invece alle scuderie vogliamo solo il green pass con la vaccinazione”. Il decalogo anti-Covid lo stanno invece finendo di redigere al quartiere di Porta Sant’Andrea. Il rettore Maurizio Carboni tra oggi e domani dovrebbe mettere il punto sulle regole che entreranno in vigore a partire proprio da questa settimana. “Massima precauzione per chi arriva alle nostre scuderie. Tenteremo di tenere i ragazzi - spiega il rettore Carboni - in una camera stagna più che in una bolla. Le regole sono quelle che valgono per tutti, mascherine, distanziamento ed evitiamo soprattutto di correre rischi, affinché niente degeneri e venga sempre salvaguardato il nostro lavoro”. Meno preoccupati, ma non per questo meno accorti, al quartiere di Porta Crucifera. Il rettore Andrea Fazzuoli: “Abbiamo tutte le scuderie all’esterno e questo ci facilita. Ovviamente continueremo ad usare ogni precauzione possibile. Mascherine e distanziamento”. Tutto in vista del 5 di settembre quando la Giostra tornerà dopo tre edizioni di fermo.