Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Giostra del Saracino: biglietti anche ai quartieri

Verso la sfida di domenica 2 settembre

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Sul sito della Giostra del Saracino c’è l’avviso che a breve saranno inserite tutte le informazioni relative ai biglietti per domenica 5 settembre. Ma ci sono già le prime indiscrezioni per quanto riguarda i tagliandi che quest’anno saranno meno rispetto al previsto.

 

Secondo le normative Covid e quanto accordato con la Prefettura nelle riunioni precedenti, saranno circa 1500 le persone che potranno accedere alla piazza con green pass, tampone nelle ultime 48 ore o certificato di avvenuta guarigione dal Covid. C’è quindi una grande attesa per quando saranno messi in vendita i biglietti. C’è anche una novità, vale a dire che i tagliandi saranno venduti anche dai Quartieri. Ci sarà la possibilità - se confermata con l’ufficialità dell’ufficio Giostra - che ognuno dei quattro quartieri avrà a disposizione alcuni biglietti. La prevendita dovrebbe scattare già la prossima settimana verso il 25 di agosto quando comincerà anche la Settimana del Quartierista. Già alcuni quartieri, come Porta del Foro, hanno ufficializzato il programma che prenderà il via mercoledì prossimo con la cena di apertura e andrà avanti fino al 3 di settembre. Il 4 poi, come in ogni quartiere, ci sarà la cena propiziatoria. Ancora non ci sono invece programmi ufficiali per quanto riguarda gli altri quartieri. L’unica novità e siamo a Porta Santo Spirito, la borsa di studio “Edo Gori” dedicata agli alunni delle scuole primarie del comune di Arezzo. Il quartiere ha deciso di riprendere l’iniziativa organizzando, per questa fine estate – inizio autunno, una edizione senior riservata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e delle università. Il concorso, dal suggestivo titolo “Trame di Giostra”, si articolerà in tre sezioni: letteraria, fotografica e video.

 

Ai primi tre classificati di ogni sezione saranno attribuiti dei buoni di euro 250, 150 e 100 spendibili presso la libreria Feltrinelli di Arezzo, partner del Quartiere in questa nuova avventura insieme al Comune, alla Uisp e alla Banca di Anghiari e Stia. Nel frattempo continuano gli allenamenti nei rispettivi quartieri che sono off limits per quartieristi e pubblico. Tutti e quattro hanno infatti deciso di sbarrare le porte e di chiudere i rispettivi giostratori in una sorta di bolla Covid. I rettori ribadiscono l’attenzione nei confronti di quelli che saranno i protagonisti della Giostra. La paura è quella che possa scoppiare un focolaio di Covid. La stessa paura, ma più in grande, del sindaco Alessandro Ghinelli che sta con un occhio alla piazza e uno ai contagi. “Ogni giorno incrocio le dita - ha detto il primo cittadino - sperando che la situazione sanitaria si stabilizzi e magari migliori, consentendoci di godere della nostra bellissima Giostra. Credo che ne saremmo tutti contenti: mi auguro veramente che sia una festa per tutta la città”.