Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Saracino: primo giorno di prove a suon di cinque. Giostratori già in partita e isolamento rafforzato

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Il braccio non è arrugginito, ma l’emozione è diversa. Primo giorno di prove in piazza Grande ed è subito pioggia di 5. Lo prendono tutti i giostratori che vivono l’ultima settimana prima della Giostra quasi in isolamento. Intendiamoci, nessuno resta chiuso dentro una stanza, ma per esempio a Porta Crucifera il Rettore Andrea Fazzuoli ha chiesto di non entrare al quartiere durante questa settimana. “Parteciperanno solo alla cena propiziatoria”, sottolinea. Anche Porta Santo Spirito si è data delle linee da seguire. I giostratori, per esempio, hanno un’area riservata al quartiere, tengono sempre la mascherina e “con responsabilità evitano gli assembramenti”, sottolinea il Rettore Ezio Gori. A Sant’Andrea è lo stesso. Anche qui il rettore Maurizio Carboni ha chiesto ai ragazzi senso di responsabilità in vista del Saracino: “Indossano sempre le mascherine, specialmente se vengono al quartiere”, sottolinea. Ci sarà una serata dedicata a loro invece a Porta del Foro con il rettore Felici che ribadisce: “Sono ragazzi che vanno comunque a lavorare o a fare la spesa. Gli abbiamo detto di proteggersi sempre, perché mandare a monte tutto è un attimo”. E torniamo in piazza Grande dove il primo giorno di prove ha il sapore della “normalità” e di qualcosa che non si è mai interrotto. In tribuna ci sono anche i quartieristi. In piazza Grande si entra solo con il green pass. I giostratori provano a seconda dell’ingresso in piazza. Il primo giostratore a sfidare il Buratto è Lorenzo Vanneschi, seguito da Adalberto Rauco entrambi per Porta Crucifera. Il primo 5 è di Rauco. Vanneschi si ferma al 4. Poi arriva Santo Spirito con la coppia Gianmaria Scortecci ed Elia Cicerchia: c’è un 5 per entrambi. E’ la volta di Sant’Andrea. Enrico Vedovini che festeggia la 40esima Giostra e che potrebbe essere l’ultima, insieme a Tommaso Marmorini, prendono subito confidenza con il centro. Gli ultimi a scendere sulla lizza i giostratori di Porta del Foro. Cinque per Davide Parsi e un punteggio tra il quattro e il cinque per Gabriele Innocenti. Intanto restano pochissimi biglietti per la Giostra di domenica. Dal sito si vede che ancora ci sono posti sulle tribune “nuove”, mentre ce ne sono ancora, in tutti i settori, per la Provaccia che ci sarà venerdì e sarà dedicata ad Ettore Tattanelli, lo storico regista della Giostra. Sabato 4 settembre invece dalle ore 11.30 in Piazza San Francesco si svolgerà la Bollatura dei Cavalli e l’investitura dei Giostratori. La sera ci saranno le cene propiziatorie nei rispettivi quartieri. Come per la Prova Generale e la Giostra del Saracino, anche per assistere alle prove dei giostratori il pubblico potrà accedere in tribuna soltanto con green pass che sarà controllato all’ingresso di via Seteria, unico accesso alla Piazza. Il pubblico dovrà indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza dalle persone circostanti.