Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cinghiali alla casina dell'acqua poi attraversano la strada sulle strisce. Due incidenti in dieci giorni

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

Cinghiali in strada, davanti alle case ma anche nel giardino delle abitazioni: questo accade a tutte le ore della giornata. Situazione pesante in Valtiberina e le segnalazioni arrivano quotidianamente. L’ultima, ma solo in ordine di tempo, è il filmato divenuto virale registrato da un automobilista nella zona di San Paolo a Sansepolcro: area a sud, quasi al confine con l’Umbria, altamente residenziale e caratterizzata da numerosi condomini.

Si notano dalle immagini una decina di animali, ovviamente cinghiali, di varie pezzature a ridosso della casina dell’acqua tra le macchine alla ricerca del cibo: una zona sensibile, poiché sono presenti anche alcuni cassonetti dell’immondizia. Pochi secondi di filmato che inquadrano bene la situazione attuale che sta vivendo la Valtiberina dove, solamente la scorsa settimana, due sono state le vetture danneggiate poiché hanno centrato in pieno i cinghiali durante la notte.

Nelle immagini si notano gli animali in un primo momento fermi tra le auto in sosta, dopodiché iniziano a correre attraversando la strada – tra l’altro sulle strisce, particolare curioso! – per andare poi nel giardino di un condominio: il video a quel punto si interrompe, ma viene da pensare che il branco possa aver attraversato via Tiberina Sud nei pressi della rotatoria per poi perdersi in aperta campagna tra i campi verso l’area che ospita l’ospedale.

Medesima situazione nel versante opposto della città: sposandoci nella frazione di Gragnano altri sono gli avvistamenti, ai quali si aggiungono anche danni nei campi ai raccolti. Basta poco per capire che il video in un attimo è diventato virale nei social ottenendo “like” e numerose condivisioni. Al tempo stesso, però, non è la prima volta che animali selvatici – ricordiamo in passato lupi e anche caprioli – si portano fino al centro abitato.

Se questo è il quadro che si presenta a Sansepolcro, la questione è più pesante ad Anghiari dove solamente negli ultimi dieci giorni due sono stati gli incidenti causati dagli animali selvatici: entrambi lungo la provinciale 47 che porta fino a Caprese Michelangelo attraversando anche la frazione di Motina; prima una Skoda Octavia e poi una Lancia Y. Entrambe, ma in momenti differenti, hanno colpito accidentalmente un cinghiale nelle ore notturne: mezzo seriamente compromesso, seppure nessuna conseguenza per coloro che erano alla guida.

Cosa poter fare? Una domanda che sicuramente non trova facile risposta, poiché il proliferarsi di questi animali è continuo e lo scorso anno pure la caccia ha subito uno stop a seguito della pandemia. Un problema, quello degli ungulati in generale, che sta interessando la Valtiberina – e non solo – da oramai diverso tempo: situazione che preoccupa anche gli agricoltori e gli allevatori che si trovano con interi raccolti danneggiati e di conseguenza niente scorte per gli animali. Una situazione non facile e non solo in Valtiberina, ma in tutta la provincia.