Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo in trasferta a Rieti (ore 15), mister Mariotti predica concretezza per centrare il risultato

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

Giorno di partita per l’Arezzo, che oggi pomeriggio alle 15 è impegnata sul campo del Rieti per la quarta giornata di serie D girone E. Per gli amaranto è la seconda trasferta consecutiva in terra laziale, dopo quella di Ardea (contro l’Unipomezia) di domenica 26 settembre.

In conferenza stampa alla vigilia del match contro il Rieti, Mariotti è partito dall’analisi dell’ultima partita, quella contro un’altra compagine laziale, il Montespaccato. “Quella di domenica è stata probabilmente la miglior prestazione stagionale anche se abbiamo portato a casa solo un punto – ha detto mister Mariotti –. Abbiamo creato tantissime palle gol ma non siamo riusciti a concretizzarle per la troppa ansia. Questa è una cosa da correggere: bisogna essere consapevoli del nostro obiettivo ma non bisogna farsi condizionare dall’ansia di sbloccare subito le gare.

L’Arezzo non deve vincere tutte le partite con tre o quattro gol di scarto – prosegue Mariotti -. Per vincere i campionati è importante vincere con il minimo scarto certi tipi di partite. Abbiamo avuto molte situazioni da palla inattiva ma non sempre quello che proviamo in settimana riesce in partita. Con il Trestina, ad esempio, il gol di Sparacello è arrivato su una situazione di fallo laterale provata in allenamento che nessuno aveva notato”. Tuttavia l’Arezzo e il suo allenatore guardano avanti, alla sfida in programma oggi allo stadio “Manlio Scopigno” contro gli amaranto celesti dell’ex patron Mauro Ferretti.

“Ho visto tutte le partite del Rieti: è una squadra con enormi potenzialità che ha individualità importanti. Hanno rinforzato in settimana la rosa con Narduzzo, un ottimo portiere per la categoria. Sono partiti non benissimo in campionato cambiando spesso modulo di gioco. Vedremo domani come si sistemeranno e che tipo di gara vorranno impostare. È comunque una formazione da prendere con le molle e va rispettata come tutte le squadre che andremo ad affrontare. Me li aspetto agguerriti ma noi dobbiamo ripetere l’approccio avuto nelle prime tre gare di campionato”.

Unica novità, nell’elenco dei convocati diramato da Mariotti nella giornata di ieri è la presenza di Michele Pisanu, oltre all’assenza di Biondi alle prese con problemi fisici. “A parte Biondi ho tutti a disposizione. Lomasto ha preso una botta in settimana e anche altri ragazzi hanno avuto piccoli sintomi influenzali ma sono tutti convocati e domattina deciderò la formazione iniziale. La squadra però ha una sua fisionomia chiara e ci sono giocatori che hanno caratteristiche perfette per entrare in corsa e darci una mano importante”.