Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, identificati e indagati due aggressori della notte violenta in via Crispi con tirapugni e coltello

  • a
  • a
  • a

Identificati e indagati due dei tre giovani aggressori che nella notte tra venerdì e sabato hanno colpito altri tre coetanei nella centralissima via Crispi. Ventenni, incensurati, di origini albanesi: viene contestato loro il reato di lesioni aggravate. 

Il terzetto ha affrontato un altro gruppo di tre persone, due italiani e uno straniero. Erano passate le due della notte quando la scena violenta è stata ripresa anche da alcune persone affacciate alla finestra con lo smarphone. Quando in via Crispi sono arrivate le Volanti della Questura i protagonisti dello scontro erano scappati. Due degli aggrediti sono stati invece medicati al pronto soccorso e giudicati guaribili in pochi giorni. Per terra gli agenti hanno recuperato un coltello. Gli aggressori hanno usato anche un tirapugni. 

Le immagini dei video e delle telecamere insieme ad altri elementi acquisiti la notte stessa hanno indirizzato le indagini su una pista ben precisa escludendo fin da subito il mondo delle baby gang, per l’età diversa delle persone coinvolte. La Squadra mobile guidata da Pietro Luca Penta ha ricomposto le tessere del mosaico e per l’aggressione di via Crispi sono stati individuati due dei tre responsabili, formalmente indagati. 

Di loro si occupa adesso l’autorità giudiziaria. La polizia punta a scoprire anche il terzo uomo e a fare completa luce su quanto avvenuto. Ad oggi resta sconosciuto il motivo del pestaggio, se ci fossero questioni in sospeso tra due gruppi opposti divisi da ruggini e contrasti, e sfociate in una specie di imboscata, oppure se tutto è scattato in modo più estemporaneo per uno sgarbo o un bisticcio avvenuto la notte stessa.

Preziose si sono rivelate le sequenze filmate. Oltre alle postazioni fisse c’è stato chi, svegliato dai rumori provenienti dalla strada, si è affacciato ed ha ripreso il parapiglia col cellulare. Nel giro di un paio di giorni prima importante risposta da parte della polizia.

Lu.Se.