Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, la richiesta dei ristoratori: "Zona pedonale dalle 11 durante la Città del Natale"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Una zona pedonale allargata a tutta la città, ogni giorno festivo, in contemporanea con la Città del Natale e a partire dalla mattina. La richiesta è corposa e arriva dai commercianti. Federico Vestri, presidente dei ristoratori, a nome della categoria la gira all’amministrazione comunale che, comunque, già stava pensando a qualcosa proprio per il periodo natalizio per permettere a turisti e aretini di godersi la città senza auto. “La nostra proposta è ampia - dice Federico Vestri - e riguarda però solo i giorni festivi. Le domeniche e le feste e potrebbe partire proprio da quando verrà inaugurata la Città del Natale, vale a dire il 20 di novembre e durare fino al 9 di gennaio”. Ecco i punti salienti. “A noi piacerebbe che la zona pedonale ridotta ad un solo giorno la settimana a novembre, cioè la domenica e a qualcosa di più nel mese di dicembre - prosegue Vestri - cominciasse la mattina alle 11. E’ inutile infatti fare una zona pedonale che inizi la sera tardi, perché poi d’inverno è difficile mangiare fuori o restare fuori fino a tardi. Almeno i turisti si godrebbero la nostra città fin dalla mattina. E quindi potrebbe iniziare alle 11 e terminare alle 20”. “La zona pedonale - prosegue Vestri - deve salvaguardare comunque i residenti. E quindi agevolare la loro uscita ed entrata con l’auto dalle abitazioni”. Uno dei punti dove l’amministrazione comunale era un po’ titubante sul fatto di chiudere il centro, era il trasporto pubblico. Ma anche su questo arriva la soluzione di Vestri: “Possiamo pensare di chiudere alle macchine e, invece lasciare aperto agli autobus e al trasporto pubblico, così la città non verrebbe paralizzata”. Altro punto: che cosa chiudere di Arezzo? Vestri su questo ha le idee chiare: “Insieme agli altri ristoratori abbiamo pensato che tutta la città potrebbe beneficiare della zona pedonale. A cominciare da piazza San Jacopo, piazza Risorgimento e poi salendo su fino alla parte alta della città. In questo modo tutta Arezzo potrebbe godere di una giornata senza auto dove i turisti e anche gli stessi aretini, possono girare per le casine di Natale, mangiare fuori e godersi le nostre bellezze”. “La nostra proposta è questa - dice ancora Vestri - E’ sicuramente consistente, ma sarebbe anche una prova per tutti. Già nello scorso fine settimana Arezzo era pieno di turisti. Le strutture ricettive registravano il tutto esaurito e per Natale è questo l’andamento. Ci aspettiamo tanti turisti e la zona pedonale la domenica e i festivi potrebbe essere un bel regalo per tutti”. 
Intanto proseguono in città i preparativi per il Natale. Le luci per le strade sono state quasi tutte montate e nell’aria ancora poco invernale e piacevole si ricomincia a sentire il profumo di Natale che ci eravamo dimenticati da un anno. Il 20 di novembre si riaccendono le luci nell’anno della partenza.