Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, vigilia di derby: oltre 400 biglietti venduti per la trasferta a San Giovanni Valdarno

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

Oltre la metà dei posti a disposizione per i tifosi ospiti sono già stati occupati. Siamo alla vigilia di un derby, quello tra Arezzo e Sangiovannese, che si preannuncia caldissimo.

Soprattutto sugli spalti del “Fedini”: dopo soli due giorni di prevendita, infatti, sono oltre 400 i biglietti acquistati dai tifosi amaranto per assistere alla sfida di domani in programma alle 14,30. Dunque sono stati già presi più della metà dei tagliandi messi a disposizione dalla società biancoazzurra per i sostenitori amaranto allo stadio comunale di San Giovanni Valdarno, in quanto i posti a disposizione per gli ospiti sono 800 tra curva e tribuna coperta.

Un derby che si preannuncia caldissimo anche in campo, nonostante la rivalità sportiva tra le due squadre non sia così accesa come si potrebbe pensare. Tuttavia sul rettangolo verde del “Virgilio Fedini” ci saranno in ballo tre punti che per entrambe le parti varrebbero oro. Per la Sangiovannese sarebbero i primi di questo deludente inizio di stagione: i ragazzi di Iacobelli, infatti, nelle prime sette giornate di campionato sono riusciti a strappare solo tre pareggi, di cui solo uno è arrivato tra le mura amiche (un 2 a 2 contro il Rieti alla prima giornata). “Sarà una partita proibitiva, ma giocheremo per i tre punti”, aveva detto Agostino Iacobelli.

Una Sangio alla ricerca della partita della svolta, e il derby di domani potrebbe essere l’occasione giusta. Visto il valore delle due squadre, si potrebbe dire che tra le due è la Sangiovannese quella che ha meno da perdere nella sfida di domani, se non fosse penultima in classifica ad un solo punto dal fanalino di coda UniPomezia (che riceve in casa lo Scandicci). Un’eventuale sconfitta nel derby potrebbe condannare Iacobelli e i suoi all’ultimo posto del girone. Dall’altra parte c’è un Arezzo primo in classifica e in un discreto momento di forma, soprattutto dopo la bella vittoria interna contro il Cascina.

Tuttavia la squadra di Mariotti - sulla quale grava una condanna non da poco, quella di dover vincere sempre – non è sola a 16 punti in vetta alla classifica. A farle compagnia ci sono Follonica Gavorrano, San Donato Tavarnelle e Poggibonsi, pronte ad approfittare di un qualche piccolo passo falso della corazzata amaranto per scattare in avanti. Quella di domani è una prova di maturità per il Cavallino: un derby, contro un avversario che ha poco da perdere, potrebbe rivelarsi una partita molto insidiosa sotto tutti i punti di vista.

Dalla sua l’Arezzo ha la consapevolezza di essere una squadra forte, soprattutto dal punto di vista tecnico e lo sta dimostrando. Domani sarà l’ennesima occasione per dimostrarlo ancora una volta, anche e soprattutto per gli oltre 400 tifosi presenti allo stadio.