Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, mister Mariotti dopo il pari col Tiferno: "Capisco i tifosi ma ci sono ancora tanti punti". Domenica c'è il San Donato

  • a
  • a
  • a

L'Arezzo non torna alla vittoria ma mostra reattività e per tre volte aggiusta il risultato: 3 a 3 a Città di Castello contro il Tiferno Lerchi. Marco Mariotti, allenatore amaranto: “Siamo stati bravi a rimetterci in partita per tre volte e questa prestazione mi fa vedere il bicchiere mezzo pieno, dopo la prova opaca di domenica scorsa contro la Sangiovannese.

La squadra ha avuto una buonissima reazione di carattere contro un'ottima squadra e questo mi lascia ben sperare. Ho un gruppo di ragazzi molto intelligenti perchè ha saputo sempre reagire in maniera positiva allo svantaggio. Faccio i complimenti pure al Tiferno che ha trovato due eurogol che in categorie come questa se ne vedono pochi”.

A fine gara i tifosi hanno contestato la prova.

“Capiamo i tifosi, ma anche loro devono apprezzare la reazione dei ragazzi. Perchè la squadra dopo una settimana difficile è tornata sugli standard positivi che mi aspetto da loro. Sento parlare dei punti, ma ancora siamo solo all'inizio del campionato e ancora ci sono tanti punti a disposizione, perciò dobbiamo restare tutti più tranquilli”.

TABELLINO
Tiferno1919 (4-3-2-1) : Aluigi 6; Sensi 6,5, Bux 6 (13'st Avellini 6), Tersini 6, Gomes Ferreira 6; Gorini 6,5, Benedetti 7, Ruggeri 7,5; Bagnolo 6,5 (29'st.Coulibaly), Massai 6,5 (22'st. Bruschi 4); Calderini 7. A disp.: Peruzzi; Ferri; Conti; Dorato; Felici; Battellini. All.: Machi 7.

Arezzo (4-3-3): Colombo 6; Campaner 6, Lomasto 7, Marchetti 5 (13'stMastino 6), Pinna 6; Sicurella 6 (13'st Pisanu 6), Aliperta 6, Mancino 6,5; Strambelli 7,5 (33'st Cutolo sv), Foggia 7 (33' st Sparacello sv), D. Marras 5,5 (13'stMuzzi 6). A disp.: Balucani; Biondi; Evangelista; Tordella. All.: Mariotti 6,5.

Arbitro: Marchioni di Rieti 6,5. (Arizzi e Cavalli).
Reti: 7' pt Ruggeri(T); 22' pt Foggia(A); 26'pt Benedetti(T); 36'pt Lomasto; 9' st rig. Calderini(T); 16'st rig Strambelli(A).
Note - L'Arezzo ha giocato con il lutto al braccio in memoria di Ermanno Pieroni. Spettatori: 500 circa. Espulsioni: al 32'st. espulso Bruschi (T) per fallo di reazione. Ammoniti: Bux (T); Benedetti (T); Gorini (T); Sparacello (A); Cutolo (A). D.Marras (A); Strambelli (A); Lomasto(A); Pisanu (A). Angoli: 5 a 2. Recupero: 1'pt. e 5'st.
 
CRONACA 

Tiferno-Arezzo è terminata con il risultato di 3-3. Gara divertente e ricca di gol, il Tiferno ha avuto più volontà degli avversari di vincerla gettando alle ortiche tre palle gol. L’Arezzo ha avuto il merito di recuperarle tutte. Da sottolineare la “prestazione” di Bruschi che, dopo poco entrato, si è fatto espellere per un fallo di reazione.

Pronti e via e al 7' locali in vantaggio con Ruggeri, che sulla tre quarti campo ruba palla a Aliberta, si porta al limite dell'area e con il suo piede mancino effettua un tiro chirurgico che manda la palla alle spalle del portiere. 
Al 22' pervengono al pareggio gli ospiti, Strambelli tira in porta dal vertice destro dell'area e Aluigi con l'aiuto della traversa rimanda la palla in campo dove Foggia da due passi insacca di testa. Non si scoraggiano i biancorossi e al 26' tornano in vantaggio con l'ex Benedetti, che servito da Calderini lascia partire un bolide e la palla va a togliere le ragnatele all'incrocio alla destra del portiere. Al 29' un difensore amaranto ribatte la conclusione a botta sicura di Massai. L'Arezzo trova il pareggio al 36', quando un disimpegno errato del portiere Aluigi fa guadagnare un calcio d'angolo agli amaranto, va alla battuta Strambelli che manda la palla alta sul secondo palo dove Lomasto svetta più in alto di tutti e di testa insacca.

Nella ripresa al 6' il Tiferno ha una ghiotta occasione da gol, con Bagnolo che non sfrutta a dovere. Al 9' Bagnolo dentro l'area tira in porta, Pinna tocca con un braccio e l'arbitro decreta il calcio di rigore che Calderini trasforma in gol. Altra ghiotta occasione da gol per il Tiferno all’11' quando Benedetti si fa murare dal portiere. Al 16' Foggia è atterrato in area da Tersini e l'arbitro decreta un altro di rigore che Strambelli trasforma. La gara cala d'intensità e il risultato non cambia.
Finisce 3-3 con l’Arezzo che deve riprendere per tre volte il Tiferno Lerchi che da parte sua spreca una grande occasione per assaporare fino in fondo i tre punti.

Domenica prossima al Comunale ci sarà lo scontro diretto proprio con il San Donato capolista. 
L’Arezzo con questo pareggio è al terzo posto della classifica a cinque punti di distacco dalla prima in classifica, appunto il San Donato prossimo avversario degli amaranto tra sette giorni al Comunale.

Remo Bellucci