Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pieve Santo Stefano, fratelli restano orfani e gli amici organizzano una raccolta fondi

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

Perde la madre a causa di una grave patologia e deve occuparsi della sorella in sedia a rotelle: scatta una raccolta fondi promossa direttamente dagli amici storici del paese. È quello che sta accadendo in questi giorni a Pieve Santo Stefano, seppure la raccolta fondi di fatto non ha confini poiché il tutto si svolge in una piattaforma online. È Francesco Benedetti, amico e coetaneo che abita sempre a Pieve, a raccontare la questione oltre alle finalità ben precise della raccolta che a ieri pomeriggio aveva già superato i 1700 euro. “C’è un carissimo amico - racconta Benedetti - che qualche giorno fa ha perso la mamma a causa di una grave patologia e d'improvviso si ritrova solo con la sorella, costretta da molti anni a vivere in sedia a rotelle, con la necessità di una persona che se ne prenda cura 24 ore su 24”. 
E poi continua nella descrizione. “L'intento della nostra raccolta - prosegue – è quello di dare un briciolo di serenità in più, con la speranza che il tempo riesca a far arrivare un raggio di sole a questa famiglia. 
I fondi – conclude l’amico Francesco Benedetti - verranno gestiti direttamente dagli amici e saranno utilizzati, in accordo con lui, dove e quando ve ne sarà il bisogno”. Una situazione decisamente complessa quella che si è venuta a creare all’improvviso, seppure il piccolo Comune di Pieve Santo Stefano si è stretto subito attorno a questi ragazzi; una situazione che pure la municipalità ha sempre seguito da vicino e che – tengono a precisare da Palazzo Pretorio – continueranno a fare anche in questo momento. La piattaforma utilizzata per la raccolta fondi è quella di GoFundMe, una delle più note a livello mondiale: l’aspetto positivo è che la risposta dei pievani è stata immediata, i quali si sono subito uniti alla proposta lanciata dagli amici. Pievani, ma non solo: il link – ancora oggi attivo – è rimbalzato anche nei più importanti social tantoché le donazioni sono arrivate anche da varie parti d’Italia con persone che hanno subito capito la delicata situazione. 
Della questione, come detto, si sta prendendo cura anche l’amministrazione comunale di Pieve Santo Stefano guidata dal primo cittadino, Claudio Marcelli. 
Amici che hanno fissato anche un obiettivo sulla piattaforma online, quello di arrivare almeno a 3500 euro. 
La raccolta fondi dunque prosegue.