Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo e Comune fino al 2026 insieme per gestione sadio e campi delle Caselle. Con il San Donato serve una svolta

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

“E’ stata firmata ieri pomeriggio la convenzione che lega il Comune di Arezzo e la S.S. Arezzo fino al luglio 2026 per la gestione dello stadio Comunale e dei campi de Le Caselle”. Lo ha detto l’assessore allo sport Federico Scapecchi.

“A fronte di ciò, la società si è impegnata a svolgere lavori di riqualificazione per circa 850mila euro, senza oneri per il Comune. A breve presenteremo il programma dei lavori che interesseranno entrambi gli impianti sportivi. L'occasione - dice ancora Scapecchi - è stata utile per fare il punto sulla stagione sportiva in corso e per stemperare gli animi dopo la conferenza stampa un po' troppo accesa di qualche giorno fa. L'Amministrazione Comunale, la società, la squadra e la tifoseria devono marciare unite verso l'unico obiettivo: la promozione”.

E intanto continua il lavoro per il big match con San Donato Tavarnelle. La prevendita dei biglietti è aperta dalle 14 di mercoledì: come al solito, i tagliandi sono acquistabili presso la tabaccheria del Bagnoro e il Vieri Dischi, oltre che in prevendita online e il giorno della partita a partire dalle 12 presso la biglietteria dello stadio. Con ogni probabilità, l’Arezzo scenderà in campo con la nuova maglia che ospiterà, proprio sotto al logo New Energy, il secondo sponsor Nuovarredo.

In campo, poi, l’Arezzo dovrà dare una risposta di carattere e provare in ogni modo a vincere una partita che le consentirebbe di riavvicinarsi alla vetta della classifica. E soprattutto per scacciare via un bel po’ di polemiche. E l’Arezzo nella giornata di ieri si è affrettato subito a smentire le voci di una possibile partenza di Nicola Strambelli, giocatore che è diventato un po’ il simbolo di questa prima parte del campionato.

Nel tardo pomeriggio di mercoledì la testata pugliese Antenna Sud aveva pubblicato l’indiscrezione, che il numero 7 amaranto sarebbe conteso in un’asta di mercato tra la Fidelis Andria, che milita nel girone C di Lega Pro, e il Bitonto, altra formazione pugliese al momento in testa al girone H di serie D. Per il “Mago”, pugliese nato a Bari, si tratterebbe di un riavvicinamento a casa. Ma l’Arezzo si è affrettato a smentire: “il giocatore è e resterà un tesserato del Cavallino”.

Ulteriori conferme in tal senso arrivano anche dall’entourage del giocatore, in particolare dal suo procuratore Giuseppe Abruzzese. “Strambelli è contento di rimanere ad Arezzo – ha detto – e l’Arezzo è contenta di lui. L'ipotesi di un trasferimento non è stata mai presa in considerazione, non ci sono proprio margini perché accada”.