Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, subito boom per Città del Natale, eventi e Fortezza. Il sindaco: "L'edizione della rinascita"

Ottavia Borghini Baldovinetti
  • a
  • a
  • a

Grande partenza per la Città del Natale: un successo a tutti gli effetti. Fin da ieri mattina infatti Arezzo si è popolata di turisti che si sono goduti, complice anche la splendida giornata, le attrazioni che tingono di colori e magia le strade del centro, in attesa dell’arrivo di Natale. Record di visitatori, con un grande afflusso di famiglie che hanno deciso di trascorrere nel capoluogo aretino non più solo mezza giornata, come di solito accadeva in passato, bensì più giorni consecutivi per scoprire tutte le bellezze che la città ha da offrire.

Piena Piazza Grande con il suo Villaggio tirolese che offrirà prelibatezze e prodotti tipici fino al 26 dicembre, stessa situazione al Prato dove grandi code si sono formate, in rispetto delle norme anti Covid, sia all’ingresso della ruota panoramica che a quello del Christmas Brik, il villagio natalizio realizzato con i mattoncini più famosi al mondo. In tanti anche i più piccoli curiosi di visitare la Casa di Babbo Natale posizionata all’interno del Palazzo di Fraternita. 

La città dunque si è illuminata di luci d’artista che decorano i monumenti e i palazzi storici e l’atmosfera di festa ha trovato il suo apice durante il momento dell’inaugurazione della Città del Natale, svoltasi ieri alle 16.30 al Prato, alla presenza del sindaco Alessandro Ghinelli e delle autorità cittadine. Il taglio del nastro inaugurale è stato preceduto da un suggestivo spettacolo di danza aerea, protagonista una ballerina vestita di bianco che si è librata in aria in un ballo ispirato alle fasi della luna e alla visione del mondo dall’alto tra il campanile del Duomo e la struttura mozzafiato della ruota panoramica. 

“Questa è l’edizione della rinascita” ha sottolineato Alessandro Ghinelli, “con grande gioia inauguro la Città del Natale che, quest’anno più che mai, è città del divertimento e mi auguro che tutti ne possano apprezzare la bellezza”. Sindaco che ha poi lanciato un monito ai visitatori invitandoli a rispettare scrupolosamente le regole affinché i contagi non aumentino. 
Anche Franco Marinoni, direttore di Confcommercio Toscana si è detto estremamente soddisfatto per i flussi turistici che si stanno indirizzando sulla città e prevede che il numero di visitatori aumenti in modo vertiginoso nelle settimane a venire.

La manifestazione ha dunque aperto le sue porte e tra gli altri richiami da non dimenticare, il Chiostro della Biblioteca che si trasforma nel Chiostro delle meraviglie e ospita l’eccellenza dell’artigianato locale, i presepi visitabili nelle chiese del capoluogo aretino, gli spettacoli di artisti di strada e per gli appassionati dei motori, dal 26 dicembre al Prato, due straordinari e molto realistici simulatori di formula 1 e rally. Il tutto si concluderà con un vero e proprio festival dedicato al teatro di figura il weekend del 31 dicembre, 1 e 2 gennaio. 

Un sabato di grandi avvenimenti che si è chiuso con l’inaugurazione alle 18.30 della Fortezza che viene riconsegnata agli aretini dopo una serie di importanti opere di ripristino e valorizzazione. “Spero di avere pochi incassi nei mesi futuri” ha spiegato il sindaco Ghinelli, “perché questo starà a significare che a visitare la Fortezza non saranno solo gli stranieri, ma anche e soprattutto i nostri concittadini, ai quali è consentito l’ingresso gratuito, per offrire loro l’opportunità di riscoprire un importante pezzo della storia di Arezzo”. 

“Benvenuti a casa vostra”: con queste parole il primo cittadino di Arezzo, fascia tricolore indosso, ha salutato l’ingresso dei primi visitatori in Fortezza.