Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tra Fiera e Natale, Arezzo mette in campo 40 volontari al giorno per la sicurezza

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Arezzo si prepara ad un maxi fine settimana. Sabato e domenica ci sarà l’edizione della Fiera Antiquaria, mentre da domani partirà il terzo week end della Città del Natale. Previsto un arrivo massiccio di turisti e le forze in campo per vigilare su questi primi tre giorni, aspettando l’escalation dalla prossima settimana fino al Natale, sono tante. Flavio Sisi è il responsabile dell’Associazione La Racchetta gruppo di volontari e il coordinatore in pectore di tutto il sistema organizzativo. E’ lui che muove le fila oltre che della sua associazione anche dei gruppi Vab di Castiglion Fiorentino, dell’associazione nazionale dei carabinieri di Subbiano e dell’associazione nazionale polizia di Stato. Tutti volontari suddivisi in due turni giornalieri. “In media - descrive Sisi - abbiamo quaranta volontari al giorno che vigiliano sulle piazze di Arezzo. Vale a dire Piazza Grande, San Jacopo, il Prato e sabato e domenica la Fiera Antiquaria”. I volontari sono così suddivisi: “Sei lavorano al Prato, sei in piazza Grande, quattro in piazza San Jacopo e due saranno per la Fiera Antiquaria. A questi - dice ancora Sisi - dobbiamo aggiungere due equipaggi sanitari che stazionano in piazza Grande e al Prato e poi gli addetti dell’agenzia Ombra e Velox che invece sono alle attrazioni al Prato. Otto, per la precisione”. Le quaranta unità si danno il cambio nei turni giornalieri che vanno dalla mattina alle 10 fino alla sera alle 21. Ma quale è il loro compito? “Il nostro compito è quello di vigilare sul distanziamento, sul servizio anti incendio e sul fare rispettare l’ordinanza di indossare la mascherina nel centro storico. I volontari non possono controllare il green pass che invece spetta alle forze dell’ordine”. Da lunedì 6 dicembre poi arriverà il green pass rafforzato, ma questo non porterà cambiamenti nella squadra dei volontari, come sottolinea ancora Sisi: “Non siamo tenuti, noi, a richiedere il certificato verde ai visitatori. Per quanto ci riguarda vigileremo sempre sull’utilizzo della mascherina e sul distanziamento, come abbiamo fatto in questi giorni”. Cambia invece per quanto riguarda le forze dell’ordine che da lunedì cominceranno controlli a campione, perché solo il green pass e non più il tampone danno l’accesso alla Città del Natale. “Ci sarà più lavoro per le forze dell’ordine - sottolinea ancora Sisi - Noi continueremo a vigilare sulle tre piazze, ma non potremo chiedere il green pass”. Controlli che si sposteranno anche alle fermate dei bus turistici dove verranno richiesti i certificati verdi prima di arrivare in centro. Arezzo dunque si prepara ad un fine settimana super pensando poi a ciò che succederà da martedì in poi quando ci sarà il ponte dell’Immacolata. “Sappiamo che la città è già piena di prenotazioni - prosegue Sisi - e noi siamo pronti ad accogliere i turisti”. Il piano sicurezza è dettagliato e controllato nei minimi termini. Così come era successo anche durante la Giostra del Saracino dove lo stesso numerosi volontari erano scesi in campo per garantire la massima sicurezza. “Qua è un discorso diverso - conclude Sisi - perché non ci sono entrate e uscite, ma le persone si spostano per le vie del centro storico. Occorre avere mille occhi per garantire giornate tranquille per tutti”. E quaranta volontari che insieme alle forze dell’ordine vigileranno affinché questo Natale sia più sicuro. Per gli aretini e per chi arriverà nella nostra città.