Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Whip Live, app di Meoni jr per percorsi in moto, bici e running cresce e punta a 500 mila iscritti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Whip Live si fa strada e nel 2022 l’applicazione per bici, moto e running punta ai 500 mila iscritti in tutto il mondo. Oggi sono in 70 mila ad aver già scaricato lo strumento digitale creato da Gioele Meoni, figlio dell’indimenticato campione della Dakar, Fabrizio. Insieme al team di soci e collaboratori, l’app per l’outdoor cresce e fissa obiettivi. L’app si distingue per le tracce in tempo reale con definizione altissima: permette agli utenti di vivere appieno le loro esperienze in mountain bike e moto fuoristrada ma anche in bici da strada o di running e trekking. “Whip Live risponde all’esigenza di tanti, quella di provare cose nuove, sentieri mai fatti, senza perdersi, godendosi l’uscita con divertimento e in sicurezza” dice Gioele Meoni “e questo è possibile grazie alle modalità di condivisione dei percorsi, pianificabili e mutuabili tra utenti, indicati in modo dettagliato e con altissima precisione”. La navigazione vocale consente di essere guidati mentre si procede anche nel fitto del bosco, la posizione dello sportivo è monitorabile da remoto con invio delle coordinate in mappa in caso di bisogno. Per chi ama la competizione, poi, c’è la possibilità di sfide su sezioni o percorsi con classifiche al decimo di secondo. “Attualmente oltre il 50 per cento di iscritti pratica la bicicletta e l’utente tipo è over 35”, riprende Gioele Meoni, in questi giorni alle prese con le selezioni per inserire in organico uno sviluppatore o sviluppatrice. Il lavoro cresce. “Il 2022 sarà un anno importante per l’espansione internazionale di Whip Live” dice Meoni “dopo gli inizi nel 2016 e i risultati ottenuti, abbiamo vinto un bando di fondazione Cassa risparmio Firenze - Intesa e il feedback nel mondo dell’outdoor offre continui margini di crescita”. Sede legale a Magione, ramificazioni a Milano, Firenze e in Sardegna, da pochi giorni è stata inaugurata la sede di Castiglion Fiorentino in quella via Madonna del Rivaio legata alla leggenda di Fabrizio Meoni: qui la sua casa e l’officina. Sempre di più sono gli smatphone, tablet e action cameras con l’app Whip Live scaricata. Un prodotto altamente tecnologico e facile da usare che fornisce servizi da professionisti per gli amatori. In modo duttile e versatile. A vantaggio di Whip Live c’è che l’utente non deve dotarsi di un costoso dispositivo ma può tenersi in tasca il cellulare. App gratuita per sicurezza e mappe, con funzioni Plus di navigazione disponibili con prova di 14 giorni, poi 4,49 euro al mese. Altri proventi dagli eventi dove Whip Live fornisce il servizio di monitoraggio degli atleti. Con Meoni, socio di maggioranza, ci sono Alessandro e Andrea Veracchi, Andrea Rossi ed Eros Verderio. Una bella squadra che vuol rafforzarsi per coniugare sport e natura con la tecnologia. Dedizione e professionalità. In un post sui social Gioele, che nel 2020 è stato colpito anche dal durissimo lutto per la perdita della giovane sorella Chiara, ha espresso soddisfazione e tenacia per il sogno divenuto realtà. Ora la sfida internazionale: “Replicare in Europa il modello che funziona in Italia e coprire mezzo milione di sportivi”.