Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' aretino e gioca a calcio con i pm il magistrato che indaga sulla Juventus

  • a
  • a
  • a

E’ aretino il pm che indaga sulle plusvalenze della Juventus. Mario Bendoni, di Bibbiena, magistrato alla procura di Torino, si sta occupando dell’inchiesta che ha messo a rumore il mondo del calcio. Nato il 16 agosto 1985, Mario Bendoni è figlio del noto avvocato casentinese Adolfo. L'inchiesta penale sulle plusvalenze messe a bilancio dalla società bianconera negli ultimi tre anni vede come indagati Agnelli, Paratici e Nedved ed è circondata da grande attenzione anche per le conseguenze che potrebbe avere sul piano sportivo. Sono tre i pubblici ministeri che nel capoluogo piemontese si occupano della vicenda: Mario Bendoni, Ciro Santoriello e l'aggiunto Marco Gianoglio. Gli atti da loro messi insieme saranno inviati alla Procura della Figc, quando non saranno più coperti dal segreto istruttorio. I verbali degli interrogatori al momento sono secretati. L’inchiesta è quasi terminata ed è soprattutto dalle intercettazioni che potrebbero pervenire spunti rilevanti per la giustizia sportiva. In questi giorni, a proposito dell’inchiesta condotta dal pm Bendoni e dai colleghi, si è parlato di "un sistema malato" con altre società di Serie A coinvolte. Il pool di magistrati della procura di Torino, tra cui il casentinese Mario Bendoni, oltre a vagliare carte e documenti, ha sottoposto a lunghi interrogatori i dirigenti bianconeri. Presto saranno noti i risultati dell’attività di indagine che scuote la Juve, con dubbi emersi sull’operazione Cristiano Ronaldo e non solo. Intanto, a proposito di calcio e del pm bibbienese Mario Bendoni, va segnalato che nel 2019 il nostro magistrato con la squadra della procura di Torino si è laureato vice campione italiano nel torneo che ha visto sfidarsi le compagini di tredici procure di tutta Italia. La competizione dell’Anm si è tenuta a Riccione e i pm torinesi si sono dovuti arrendere solo in finale, con successo dei magistrati di Roma.