Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, multe agli automobilisti: dei quattro milioni incassati uno per lavori e dotazioni alla Municipale

Marco Antonucci
  • a
  • a
  • a

I soldi delle multe serviranno a pagare la manutenzione dei segnali stradali, le dotazioni degli agenti della Polizia municipale e i lavori sulle strade, dall’asfalto agli interventi per la sicurezza. 
E’ di poco meno di un milione di euro la somma che il Comune di Arezzo toglierà dagli oltre quattro milioni che prevede di incassare nel 2022 dalle sanzioni relative alle violazioni del Codice della strada per destinarli a queste tre particolari voci. 
Lo ha stabilito una recente delibera della giunta Ghinelli che ha messo nero su bianco l’indicazione sulla previsione di spesa per il prossimo anno. 
Entrando nel dettaglio, il documento è quello relativo alla “destinazione dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni alle norme del Codice della strada, anno 2022”.
La somma complessiva (da bilancio 2022 in fase di approvazione) che l’amministrazione comunale prevede di incamerare è di quattro milioni e 390 mila euro. Una quota di 276.970 euro è accantonata per il pagamento delle spese di gestione delle sanzioni amministrative; 10 mila euro per il rimborso sanzioni, mentre una parte di due milioni e 206 mila euro viene messa da parte per il Fondo crediti di dubbia esigibilità. Dopo altre decurtazioni alla fine resta una somma di un milione e 896 mila euro che, al netto di un ulteriore taglio previsto dalla normativa, riduce a 964.395 euro la somma da destinare a quelle finalità previste dall’articolo 208 del Codice della strada.
Poco meno di un milione di euro che sarà così ripartito: 307 mila euro (pari al 31,83% della somma) saranno destinati - recita la delibera riprendendo quanto dispone la norma - “a interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ente”.
Una parte pari al 25,56%, per un ammontare di 246.500 euro, riguarderà “il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di Polizia municipale”.
La spesa più rilevante, 410.895 euro (pari a una percentuale del 42,61%) è quella che, prevede la normativa, sarà destinata “ad altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale, relative alla manutenzione delle strade di proprietà dell’ente; all’installazione, all’ammodernamento, al potenziamento, alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e alla sistemazione del manto stradale, a interventi per la sicurezza stradale”. La somma potrà essere destinata anche allo svolgimento, da parte degli organi di polizia locale, nelle scuole di ogni ordine e grado, di corsi didattici finalizzati all’educazione stradale e a interventi a favore della mobilità ciclistica. Non solo. Questi 410 mila euro potrebbero essere indirizzati anche ad “assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato e a forme flessibii di lavoro”, nonché al finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi di controllo volti alla sicurezza urbana e a quella stradale. 
La delibera approvata nei giorni scorsi dalla giunta Ghinelli prevede poi di destinare ulteriori 125.910 euro a interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, comprese la segnaletica e le barriere.