Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo-Scandicci: la partita si ferma al 28' per pioggia. Ecco quando si recupera

  • a
  • a
  • a

Nulla di fatto per l'Arezzo, la cui partita a Scandicci è durata poco meno di mezz'ora, per poi andare inevitabilmente verso la sospensione, in un terreno reso impraticabile dalla pioggia incessante. La squadra di Andrea Sussi avrebbe voluto sfruttare il momento e la situazione per poter dare continuità al successo centrato in casa contro la Pro Livorno Sorgenti e dare un segnale sul proprio rendimento esterno (un solo punto nelle ultime quattro trasferte) e per quanto emerso nello scampolo di partita, sono emerse delle indicazioni certamente positive sia per la qualità del gioco prodotto ed anche per le occasioni. Ma alla lunga, una gara del genere avrebbe potuto creare delle difficoltà e quindi è stato accettato di buon grado il rinvio. E comunque, per quel poco che si è giocato, l'Arezzo aveva fatto vedere delle buone cose. In avvio aveva creato subito una grossa occasione sugli sviluppi di una punizione dalla destra di Pizzutelli, con traversone in area e colpo di testa da posizione ravvicinata di Foggia, che ha impegnato severamente il portiere di casa Timperanza. Con il passare dei minuti il campo è diventato sempre più difficile anche per la stabilità dei giocatori. Poi al 17' favorevole opportunità per lo Scandicci. Per un intervento falloso di Lomasto su Tacconi al limite dell'area aretina l'arbitro ha concesso la punizione, che è stata calciata da Mariani con il destro, con la palla a girare che è andata finire sopra la traversa. Al 24' azione-gol per l'Arezzo. Sul retropassaggio certamente azzardato da parte di un difensore dello Scandicci verso il portiere Timperanza, la palla si è fermata su una pozzanghera e Calderini ne ha approfittato per andare al tiro di destro, ma la palla è uscita di un soffio alla sinistra del portiere. Dopo questa azione l'arbitro ha sospeso il match. La partita ricomincia dal 28’ e dal fallo laterale che doveva essere battuto dall’Arezzo. La prima data utile per il recupero è mercoledì 15 dicembre. Intanto sul fronte mercato è stato ceduto alla Cavese Domenico Aliperta.