Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, il sindaco Ghinelli: "Presto provvedimento restrittivo sulla piscina comunale"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Dalla proroga dello stato di emergenza al raddoppio del raccordo di Battifolle. Il sindaco Alessandro Ghinelli spazia da una parte all’altra, nel consueto appuntamento di Radio Fly. Si comincia da ciò che rende Arezzo protagonista in Italia in questi giorni, vale a dire la Città del Natale. Domenica scorsa sono state segnalate code in entrata e in uscita sull’autostrada e il sindaco Ghinelli approfitta del flusso di turisti per rilanciare sul raddoppio del raccordo: “Questo ci darà ancora più forza per andare da Anas a chiedere che riconsideri la negazione del raccordo Arezzo-Battifolle che ci era stata data, perchè i numeri non c’erano. Oggi i numeri ci sono”. Sempre a proposito della Città del Natale, Ghinelli affronta l’argomento bagni pubblici: “Sono stati aumentati. Aspettiamo anche quelli sotto il palazzo di Fraternita che sarebbero dovuti essere già finiti e faccio un appello agli esercizi commerciali, perché i bagni devono essere a disposizione dei turisti”. Una scelta, quella della Città del Natale, che ha portato anche all’ordinanza della mascherina. “Sono stato il primo sindaco in Italia a chiedere di rimettere le mascherine all’aperto nelle zone più soggette alla presenza di turisti”. Così come Arezzo è stata tra le città capofila per non organizzare la festa di fine anno in piazza. “Una scelta che si è rivelata corretta. Aveva poco senso mettere a rischio le persone”. Una decisione che appare ancora più giusta alla luce della proroga dello stato di emergenza alla fine di marzo: “Il segnale è positivo - commenta il primo cittadino - nel senso che il Governo è molto attento. Quello che mi infastidisce è che arrivano queste notizie dall’oggi al domani. Non è il solo provvedimento, ma ce n’è un altro collaterale, vale a dire il tampone molecolare negativo nelle 24-48 ore di rientro da uno dei paesi dell’Unione Europea. Un provvedimento immediato che forse doveva avere altri tempi”. Green pass e piscina comunale. Alcuni atleti pensano di non rinnovare l’abbonamento. Come è la situazione? “Eravamo rimasti d’accordo con il prefetto - dice Ghinelli - per fare spirare completamente il tempo previsto per legge dopo l’ultima multa (60 giorni), dopodiche sarebbe partito il provvedimento restrittivo”. Argomento scritte no vax: “Non lo so se le indagini sono approdate a qualcosa, le scritte sono state cancellate. Credo che i no vax abbiano avuto con quell’atto vandalico un processo di autoisolamento”. Sentenza Anac su Macrì, il Comune farà ricorso. “Ho preferito non occuparmi della vicenda perché mi riguarda personalmente. Posso soltanto dire che il Comune intende proporre il ricorso, perché ritiene che le procedure seguite per giungere alla nomina di Francesco Macrì alla presidenza siano state corrette o per lo meno tali apparivano quando questa designazione fu fatta”.