Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, vittoria 2 a 0 a Cannara con gol di Foggia e Calderini. Sussi: "Vincerle tutte per colmare il distacco"

  • a
  • a
  • a

L'Arezzo vince a Cannara 2 a 0 e incamera tre punti preziosi. “Sono contento della prestazione dei ragazzi che hanno fatto quello che avevamo preparato in settimana – dichiara il tecnico dell’Arezzo Andrea Sussi - ed hanno interpretato al meglio la partita. La domenica del mio arrivo è stata brutta e i ragazzi si sono dovuti riprendere da un 4-0: da lì hanno fatto gruppo e domenica dopo domenica stanno trovando la voglia di fare risultati."

"San Donato? Al momento siamo indietro e non guardiamo gli altri, ma cerchiamo di vincerle tutte; la distanza di otto punti verrà semmai colmata domenica dopo domenica anche se non sarà facile. Il Cannara? Ho visto una squadra combattiva che ha trovato davanti un avversario che aveva molta voglia di fare punti; penso però che possa salvarsi e che lo farà"

"Abbiamo cercato di neutralizzare i nostri avversari nella prima frazione sui loro tipici movimenti a catena - così commenta il mister Ezio Brevi - ed è stato difficile vista la loro qualità; ciò che mi dispiace è che siamo stati troppo frenetici e poco lucidi nel momento di creare un palleggio nell'occasione di una ripartenza. Nel secondo tempo abbiamo cambiato assetto anche a costo di dover perdere un po' di fluidità, purtroppo il 2-0 ha messo di fatto fine alla partita. Il derby con il Tiferno? Intanto dobbiamo assorbire questa sconfitta che ha avuto un impatto psicologico".
 

TABELLINO

 CANNARA (3-5-2): Lori 7; Doko 6 (10’ st Lucentini 6), Moracci 6, Bokoko 6; De Sanctis 5.5 (39’ st Chiacchierini sv), Mattia 6, Fondi 5.5, Frustini 6 (39’ st Di Giovanni 5.5), Xepapadikis 5.5 (10’ st Corrado 6); Bazzoffia 6 (27’ st Mangiaratti 5.5) Mingiano 6. A disp: Cocchini, Cerboni, Bei, Brunetti, All. Brevi
AREZZO (4-3-3): Colombo 7.5, Foggia 7 (41’ st Muzzi), Lomasto 6.5, Sicurella 6 (29’ st Cutolo 6), Calderini 8 (41’ st Strambelli sv), Ruggeri 6, Campaner 6 (25’ st Memushi 6), Marchi 6.5, Marras 6.5 (29’ st Mancino) 6, Frosali 6, Pizzutelli 6. A disp: Commisso, Biondi, Pisanu, Lazzarini. All. Sussi

Arbitro: Andrea Rizzello di Casarano 6.5

Reti: 45’ Foggia (A), 6’ st Calderini (A)
Note: Ammoniti: Lomasto (A)

CRONACA

Continua a vincere l’Arezzo di Sussi che ritrova la vittoria anche fuori casa che mancava da due mesi. Vincono gli amaranto con i gol di Foggia e Calderini. Non va invece oltre il tris il Cannara di Ezio Brevi. Se alla vigilia sembrava certo il suo forfait, alla fine Bazzoffia parte titolare accanto a Mingiano, con Frustini tornato a fare la mezz'ala in favore dei due esterni Xepapadikis e De Sanctis; confermato, invece, il terzetto Doko-Moracci-Bokoko, davanti ad un Gianclaudio Lori in forma smagliante. Sussi dall'altra parte opta per il 4-3-3 contando sulle giocate di Calderini e Foggia - autori dei due gol - e sulle parate di Colombo in una gara che ha visto entrambi gli estremi difensori essere tanto efficaci quanto decisivi. Il primo tempo è un monologo dell'Arezzo, che quasi gioca a "porta romana" contro gli umbri: il primo a tentare la via del gol è Marras che al 13' incrocia ma non trova la porta, poi è il turno di Calderini che tasta per primo i riflessi di Lori che respinge alla Garella.

Per il portiere marchigiano è solo l'inizio degli straordinari, che lo portano prima a dover togliere dal sette la conclusione dello stesso Marras al 21', poi, alla mezz'ora, a respingere d'istinto il tap-in da due passi di Campaner. I rossoblù sembrano poter congelare la gara sullo 0-0, ma al 45' arriva la doccia fredda con Foggia che sugli sviluppi di una punizione anticipa tutti e sigla il gol del vantaggio.

Come se non bastasse, alla prima azione della ripresa l'Arezzo raddoppia con Calderini, che raccoglie una rimessa laterale e centra il raddoppio, mentre 2' è bravo Colombo ad opporsi alla prima vera reazione del Cannara, non trasformata - da posizione ravvicinata - da Daniele Bazzoffia. I padroni di casa provano a rimettersi in gioco, prima al 30' con Moracci che da punizione non riesce ad infilare un tiro cross, poi con un tocco in area di Bokoko che però - pur sporcato più volte - termina tra le braccia di Colombo. Finisce 0-2 e ora l’Arezzo pensa alla partita di mercoledì contro il Badesse.