Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Dakar: Paolo Lucci in Arabia Saudita partecipa al grande rally

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Il pluridecennale legame tra Castiglion Fiorentino e la Parigi-Dakar – nato a seguito delle imprese del grande Fabrizio Meoni - continua in questi anni nel nome di Paolo Lucci che, dopo la partecipazione alla edizione del gennaio 2021, si appresta in questi giorni a salire in sella alla sua moto per la corsa che inaugura la nuova annata rallistica.

Prima di partire Paolo Lucci ha voluto salutare i castiglionesi facendo visita al sindaco Mario Agnelli, che lo ha ricevuto in Palazzo San Michele e gli ha assicurato il tifo e la vicinanza dei suoi concittadini, che dal 4 gennaio seguiranno sul web l'evolversi della gara e la classifica del pilota castiglionese: “Non potevo non salutare la partenza del nostro centauro Paolo Lucci pronto per la Dakar 2022 – dichiara Mario Agnelli -. Ancora una volta i Castiglionesi a gennaio potranno tifare ‘uno di noi’, in questa competizione che non si disputerà più nei deserti africani, ma non per questo sarà meno avvincente”.

Paolo Lucci è già partito alla volta di Gedda, la città dell’Arabia Saudita dove, fino al 31 dicembre, sono previste le operazioni preliminari prima della partenza del 1° gennaio. Lucci fa parte del team Solarys Racing, Husqvarna FR450; è uno dei quindici piloti italiani che prenderanno parte alla Dakar, il mitico rally che, per la terza volta, si svolge interamente in Arabia Saudita, a causa della pandemia.

Paolo affronta la competizione con un bagaglio professionale non da poco, visto che si è distinto anche in grandi Rally Raid come l’Africa Eco Race 2020, dove è stato una rivelazione, chiudendo appena fuori dal podio solo a causa di una molto discussa penalità. Quest’anno Lucci si è garantito l’iscrizione alla Dakar col secondo posto assoluto al Rally2 del Rallye du Maroc con la Husqvarna del Solarys Racing, il team che lo ha accompagnato nella sua crescita sportiva.

Il centauro castiglionese ha terminato da qualche giorno l’allenamento in Sardegna e si appresta a cimentarsi nella 44esima edizione del Rally Dakar, che inizierà il primo gennaio a Gedda, dove terminerà, dopo 13 tappe, il 14 gennaio. Il rally coprirà una distanza complessiva di 8375 km, dei quali 4258 di prove speciali. “Seguiremo Paolo attraverso i canali ufficiali in attesa di festeggiarlo in paese e farci raccontare la sua esperienza” aggiunge il sindaco Agnelli. Fabrizio Meoni trionfò alla Dakar per due volte e un altro italiano, Edi Orioli, salì per quattro volte sul gradino più alto del podio.