Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, la piscina comunale resta chiusa. Il Centro Sport: "Solo un danno di immagine"

  • a
  • a
  • a

La piscina non apre. Anzi è il gestore stesso che decide di non aprire. Come volevasi dimostrare, verrebbe da scrivere. I dubbi e le preoccupazioni espresse in conferenza stampa al sindaco Ghinelli e all'assessore Scapecchi hanno trovato subito risposta in un post pubblicato sulla pagina Facebook del Palazzetto del Nuoto Centrosport. Lo riportiamo integralmente: "La società di gestione dell’impianto, Centro Sport Chimera Srl, alla luce delle notizie di stampa del 10 febbraio rilasciate dal Comune di Arezzo nella persona dell’assessore allo sport, smentisce che la piscina possa riaprire in breve tempo. Il Centro Sport Chimera Srl respinge qualsiasi disinformazione tesa a creare un disagio agli utenti della piscina e un danno d’immagine a chi, da anni, ha rappresentato e rappresenta un modello di gestione. Il Centro Sport Chimera Srl, infine, rifiuta qualsiasi atto unilaterale e autoritario che rappresenti una reale limitazione, riduzione o condizionamento della propria libera e autonoma attività d’impresa, sancita dall’articolo 41 della Costituzione e dal contratto in essere con lo stesso Comune. I legali sono stati incaricati di valutare le azioni, gli atti e le procedure adottate, pertanto l’invito è a seguire esclusivamente le comunicazioni firmate dalla società di gestione dell’impianto". E adesso la palla passa nuovamente all'amministrazione comunale. Mentre quasi 200 atleti e tanti sportivi non hanno un posto dove andare.