Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo verso Foligno, torna nel gruppo Niccolò Marras. Venerdì assemblea cruciale di Orgoglio Amaranto

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

Mentre sul fronte societario tutto tace dopo la bufera che si era scatenata la scorsa settimana a margine dell’assemblea dei soci, per l’Arezzo si avvicina sempre di più la ventiduesima giornata di campionato. La quinta, per quanto riguarda questo girone di ritorno, nel quale finora la squadra non ha mai perso totalizzando otto punti, frutto di due vittorie e due pareggi.

All’orizzonte c’è già la sfida esterna in casa del Foligno, in programma sabato con fischio d’inizio alle 15 allo stadio “Enzo Blasone”. All’andata, al Comunale, finì 3-2 una partita rocambolesca che vide andare a segno per gli amaranto Strambelli con una doppietta e Sicurella. Sembra passata un’eternità, considerando quante cose sono successe in campo e fuori da quella domenica (era il 17 ottobre).

La prima squadra è tornata al lavoro nella giornata di ieri con una seduta pomeridiana sul campo “Lebole” agli ordini di mister Mariotti. Dopo il riscaldamento spazio ad una serie di esercitazioni tecniche, quindi ad un lavoro aerobico per poi passare ad un test contro la Juniores Nazionale di Jody Zurli. Un test a cui hanno preso parte i calciatori entrati a partita in corso contro il Rieti e quelli rimasti a riposo.

La buona notizia per Mariotti è il ritorno in gruppo di Niccolò Marras, fratello di Damiano, che era da tempo alle prese con problemi fisici. Daniele Magliocca ha svolto con il resto della squadra la prima parte della seduta di lavoro per poi effettuare un programma personalizzato. A riposo Giofrè, Mastino, Pizzutelli e Marchi, quest’ultimo in via precauzionale.

Stamattina è previsto un allenamento mattutino con inizio alle 11, mentre domani la squadra si ritroverà in campo come di consueto nel pomeriggio alle 14.30. Poi venerdì sarà già tempo di rifinitura in vista del Foligno.

Ma fuori dal campo, venerdì sarà una giornata molto importante a livello societario, sponda Orgoglio Amaranto. Il Comitato dei tifosi che detiene l’1% delle quote societarie ha in programma proprio per venerdì alle ore 21 un’assemblea, per certi versi straordinaria, durante la quale “sarà messa a votazione la decisione finale se aderire o meno all’aumento di capitale – si leggeva nella nota diramata dal Comitato poche ore dopo l’assemblea dei soci - che, tra l’anticipo del 25% e il restante 75% da versare, si aggira sui 30 mila euro”.

Orgoglio Amaranto, infatti, dovrà decidere se aderire all’aumento di capitale deliberato dal socio di maggioranza (la Mag) durante l’assemblea dei soci. La cifra ammonta a 3 milioni di euro e OA dovrà appunto decidere se contribuire con la propria quota parte.

“Una cifra consistente – aveva dichiarato il Comitato a caldo dopo l’assemblea - tra le più alte versate nella storia da Orgoglio Amaranto nelle casse dell’Arezzo”. Da quello che trapela, poi, all’interno di OA non tutti sembrano essere convinti che aderire all’aumento di capitale, ammesso che ci si riesca, sia la mossa giusta. Nel frattempo il Comitato ha aperto la campagna tesseramenti per il 2022 (la sede, in Curva sud, è aperta anche oggi e domani dalle 17.30 alle 19.30).