Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anghiari, ladri tagliano recinzione e rubano il cane Mia: appello dei proprietari

Esplora:

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

“Aiutateci a ritrovare la nostra Mia, un Breton di 4 anni che è stato portato via dal suo recinto”. E’ quanto accaduto martedì pomeriggio ad Anghiari e l’accorato appello arriva direttamente dalla proprietaria, Angela Capacci.

Una tranquilla giornata di quasi primavera che ben presto si è trasformata in un incubo per la famiglia, proprio nel momento in cui si sono accorti che la recinzione era stata tagliata probabilmente utilizzando delle cesoie.

“Non volevamo crederci – racconta la donna – il cane, appunto un Breton di circa quattro anni, si trovava nel suo recinto che dista appena duecento metri dalla nostra abitazione. Abbiamo un terreno, dove l’animale è sempre stato. Hanno tagliato la rete dove c’erano i lucchetti di sicurezza vicino al cancello, così sono entrati tranquillamente. Noi ci siamo accordi ieri sera (martedì, <CF1402>ndr</CF>) verso le 17: a quel punto abbiamo contattato i carabinieri della stazione di Anghiari e presentato immediatamente denuncia”. 

Un episodio sicuramente strano, il quale lascia tanti punti interrogativi dietro di sé: i militari dell’Arma, intanto, hanno avviato un’attività d’indagine in primis per far luce sull’accaduto e soprattutto tentare quanto meno di identificare gli autori; sarebbe stato eseguito anche un sopralluogo nell’area dove si è verificato il furto. 

Da capire, seppure saranno sempre le indagini a doverlo stabilire, se in zona ci possono essere telecamere – anche private – che possano aver ripreso qualche strano movimento. Vero che la zona dove l’animale era custodito è abbastanza isolata, ma al tempo stesso l’atto sarebbe stato compiuto in pieno giorno poiché i proprietari si sono accorti di quanto avvenuto attorno alle 17. 

La notizia è ben presto rimbalzata in tutti i social, con la famiglia che ha lanciato un appello al fine di ritrovarla. Mia, come detto, è un cane di razza Breton solitamente utilizzato anche per delle battute di caccia. Una sorta di furto su commissione, oppure un vero e proprio dispetto? Saranno gli inquirenti a dover fare chiarezza su quanto accaduto che sicuramente ha lasciato con l’amaro in bocca tanti. L’invito che la famiglia vuol fare, quindi, è quello di inviare qualunque tipo di segnalazione ai carabinieri al fine di poter ritrovare l’animale. E’ la prima volta, almeno negli ultimi anni, che un cane viene rubato in questa maniera: recinzione tagliata e animale probabilmente caricato su qualche mezzo.