Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo può cambiare volto alla stagione domenica con il Follonica Gavorrano. I motivi dello scontro diretto

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

Si avvicina sempre di più, per l’Arezzo, il tanto atteso scontro diretto di domenica contro il Follonica Gavorrano. Al Comunale (fischio d’inizio alle ore 14.30) andrà in scena una partita che oltre a dirci molto sulla condizione attuale della squadra di Mariotti – se, appunto, si confermerà sui buoni livelli visti nell’ultimo periodo – sarà quasi decisiva per il prossimo futuro.

Il Follonica Gavorrano precede l’Arezzo di un solo punto in classifica e attualmente si trova in terza posizione. Per Mariotti e i suoi l’occasione è ghiotta per superare una diretta concorrente mettendosi di fatto in scia alle prime (Poggibonsi e San Donato Tavarnelle).

“La speranza è l’ultima a morire – aveva detto Calderini martedì scorso - e finché la matematica non ci condanna, il nostro obiettivo resta il primo posto”. Per raggiungerlo servirà che le squadre che attualmente si trovano in vetta abbiano più di qualche incidente di percorso e che nel frattempo l’Arezzo riesca a vincerle tutte da qui alla fine. È proprio per questo che la partita di domenica, contro il Gavorrano del ds Pippo Vetrini, sarà fondamentale.

La storia recente di questa stagione parla di un Arezzo in difficoltà negli scontri diretti, capace di conquistare un solo punto nelle tre partite d’andata contro Gavorrano, San Donato e Poggibonsi. L’unico punto, conquistato al Comunale contro il San Donato il 21 novembre scorso, costò proprio la panchina a Mariotti, che da quando è stato richiamato sembra essere riuscito a far cambiare marcia ai suoi. Il Gavorrano arriva da una sconfitta casalinga contro il San Donato, che forse è stata un po’ troppo pesante per quello che si è visto in campo. La squadra di mister Bonura è stata allestita per puntare alla promozione e fuori casa ha perso solo due volte in questa stagione: la prima il 26 settembre a Montespaccato e la seconda a Badesse l’8 dicembre, tre mesi fa.

L’Arezzo dovrà mettere in campo una prestazione convincente per provare ad invertire il trend. Per questo nell’allenamento di ieri pomeriggio al “Lebole” Mariotti ha lavorato molto sull’intensità, provando i suoi in alcune partitelle ad alto ritmo in campo ridotto.

Ancora assenti Magliocca, Giofrè e Lazzarini, mentre Pizzutelli continua il suo lavoro a parte. Intanto ieri si è aperta anche la prevendita dei biglietti per il match con il Gavorrano: i tagliandi, oltre che nei soliti punti vendita Vieri Dischi e Tabaccheria del Bagnoro potranno essere acquistati anche presso l’Amaranto Store di via Madonna del Prato.

È attesa una discreta affluenza di pubblico al Comunale, anche se la contestazione dei tifosi continua e i gruppi della curva – a meno di clamorosi colpi di scena - seguiranno la partita da fuori.