Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cento giorni al Palio dei Rioni, a Castiglion Fiorentino cresce la voglia di tornare alla normalità

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Si ricomincia a sentire odore di Palio, a Castiglion Fiorentino, dopo due anni di quarantena dovuta alla pandemia. Scadono in questo fine settimana, infatti, i “cento giorni dal Palio”, scadenza che fino al 2019 i terzieri celebravano con un grande convivio, prologo delle mitiche cene propiziatorie che avvengono nei rioni la sera della vigilia del Palio.

Quest'anno, con la prospettiva della fine dello stato di emergenza il 31 marzo Porta Fiorentina, Porta Romana e Rione Cassero hanno puntato su tavolate più limitate, nel massimo rispetto delle regole, puntando a ritrovarsi a tavola con i contradaioli ai primi di aprile, una volta usciti auspicabilmente dallo stato di emergenza: “Faremo la cena dei 70, o dei 60 giorni dal Palio – ci dice Michele Falomi, Presidente del Cassero – ma siamo al lavoro perché in questo 2022 torni il Palio dei Rioni con tutte le manifestazioni ad esso collegate. Come abbiamo più volte detto il Covid è stata una mazzata per il mondo rionale, perché ha impedito di socializzare, di stare insieme. Ora c'è tanta voglia di ricominciare. Oltre al Palio ed alle altre manifestazioni, vogliamo ripartire anche con la nostra Festa medievale, nel piazzale della torre del Cassero”.

In tempi pre-pandemici le “cene dei 100 giorni” aprivano il calendario paliesco. Poi a maggio iniziavano i tornei rionali – calcetto, pallavolo – e una settimana prima del Palio c'era la Gara di Sbandieratori e Musici, in Piazza del Municipio. Poi gli appuntamenti della settimana prima della corsa, infine la grande disfida della terza domenica di giugno; il Palio dei Rioni Castiglionesi, corsa di cavalli in onore della Madonna delle Grazie, nel giorno della festa, celebrata nella Chiesa del Rivaio.

Il sindaco Agnelli, presidente dell'Ente Palio, l’organismo che sovrintende alla manifestazione, ha dichiarato già da tempo che occorre riprendere ad organizzare il Palio, dopo due anni di sosta imposta dalle regole anti-Covid. Le varie commissioni dell'Ente che seguono i vari settori del Palio si stanno già muovendo in vista della “edizione della ripresa” della terza domenica di giugno 2022: “Ci siamo già riuniti – dichiara Stefano Frescucci, presidente della Commissione Palio – ma adesso dobbiamo attendere la fine dello stato di emergenza, per sapere quali saranno le regole per lo svolgimento di una grande manifestazione come questa. Intanto sia i terzieri che l'istituzione sono al lavoro”.