Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, l'ambulanza non trova il parcheggio all'ospedale e arriva Striscia la Notizia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

L’ambulanza non trova spazio nella stradina che costeggia l’ospedale sul lato scale esterne e ambulatori, e al San Donato arriva Striscia la Notizia. Non è passata ovviamente inosservata ieri mattina la presenza dell’inviata del tg satirico e di denuncia, Chiara Squaglia, per verificare sul posto la situazione. Difficoltà di accesso e di sosta per i mezzi che trasportano pazienti bisognosi di visite specialistiche e di terapie, costretti talvolta a manovre disagevoli. Di questo si tratta. 

Parecchi mugugnano ma a quanto pare solo uno degli operatori, si è preso la briga di scrivere a Canale 5. Se per pedanteria o per coraggio si vedrà. Sull’argomento intanto vige una certa irritazione da parte della Asl che ieri, da noi contattata attraverso gli uffici stampa, non ha ritenuto di rilasciare dichiarazioni. Mentre il mondo delle associazioni quotidianamente impegnate nei servizi con i malati, sembra attendere l’evolversi degli eventi: il servizio televisivo di prossima trasmissione e prese di posizione ufficiali. 

Il dato di fatto, oggettivo, è che la viuzza ad anello sul retro dell’ospedale San Donato certe volte risulta inadeguata e congestionata da veicoli in sosta. In determinati casi sono anche dovuti intervenire i vigili urbani a risolvere situazioni, per quanto si tratti di una strada che non fa parte della viabilità ordinaria. Nulla di drammatico, ma qualche difficoltà innegabile. Probabilmente fin dalla progettazione iniziale, questa linea curva di asfalto presenta criticità e non è più al passo con i tempi. Ultimamente poi, segnalano alcuni operatori, la sbarra di accesso che dovrebbe aprirsi soltanto dietro squillo al citofono e colloquio con un addetto che apre, è quasi sempre alzata e consente flussi di auto probabilmente superiori al normale.

Chi deve accompagnare pazienti con difficoltà ambulatorie e seri problemi di salute, certo, anche se privato cittadino necessita di questo passaggio in modo da poter scendere proprio a ridosso della scala antincendi presso la quale si apre l’ingresso alle specializzazioni mediche. Senza dover parcheggiare nel multipiano più distante e con costo di un euro. Ma in questo contesto, evidentemente, c’è chi nella fascia oraria di maggior transito - dalle 8 alle 13 - abusa della strada di servizio degli ambulatori e occupa i parcheggi in modo indiscriminato. Fino a rendere complicato il lavoro di chi svolge il servizio di trasporto e accompagnamento di persone anche non autosufficienti al San Donato.

Le difficoltà, non nuovissime, possono dar luogo a situazioni più o meno complesse e risolvibili, fatto sta che ora il caso è stato sottoposto all’attenzione di Striscia la Notizia che, si sa, quando si muove fa a sua volta notizia. Ieri sul posto è stata vista Chiara Squaglia, l’inviata che per il tg satirico si è distinta realizzando interessanti servizi. Non resta che attendere quello sul San Donato.