Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, trovati a Ceciliano sei cuccioli abbandonati dentro una scatola di cartone

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Erano dentro una scatola di cartone, stretti l’uno all’altro e assetati. Li ha trovati così un operaio all’uscita dalla fabbrica nella zona di Ceciliano. La scatola era accanto alla sua macchina. Ha sentito dei gemiti provenire da dentro, l’ha aperta e sono spuntati occhi che avevano bisogno solo di affetto e anche di una buona dose d’acqua. Ennesimo abbandono di animali che adesso si trovano al canile comunale, in attesa di essere adottati, dopo che saranno sottoposti agli esami medici. A raccontare la storia, è Sofia, la ragazza che ha dato loro l’acqua. “Tutto è successo mercoledì pomeriggio. Un ragazzo è uscito dal lavoro e sul parcheggio, proprio accanto alla sua auto, ha visto questa scatola. Era chiusa, non sigillata e sentiva dei rumori provenire da dentro. Appena l’ha aperta si è trovato i sei cuccioli”. “Li ha subito portati dentro e li abbiamo rifocillati. Più che fame avevano tanta sete - racconta ancora Sofia - Non sembravano affatto sofferenti, nel senso che ai nostri occhi sembrava che fossero stati tenuti bene. Avranno circa tre mesi”. Dopo averli rifocillati, gli operai hanno deciso di portarli al canile di Arezzo dove adesso sono in attesa di adozione. “Non sappiamo chi possa essere stato ad abbandonare questi sei cuccioli - prosegue Sofia - Sul parcheggio ci sono le telecamere che però non arrivano proprio nel punto dove sono stati lasciati”. Non hanno per fortuna corso il pericolo di essere investiti dalle auto nonostante la fabbrica sia lungo la strada di Ceciliano. “Per fortuna almeno a quello hanno pensato chi li ha abbandonati”, dicono alla Scudo di Pan che ha fatto da tramite nella pubblicazione delle foto per fare conoscere questa storia che ha suscitato tra gli utenti social non poche polemiche. “Purtroppo un gesto così di abbandono non sarà né il primo e né l’ultimo. Ma perché invece di lasciarli in un parcheggio non li portano alle associazioni che si occupano di animali, oppure al canile. Bastava qualche metro in più”. “Inoltre, è una barbarie anche nei confronti della mamma che siano cani o gatti, perché patiscono avendo ancora il latte”. E si va in un periodo dove gli abbandoni, specie dei gatti, andranno ad aumentare. Per questo anche dallo Scudo di Pan, arriva un altro appello: “Invece di abbandonare cani e gatti, sterilizziamoli gli animali. E’ l’unico modo per evitare di avere cuccioli dagli animali che vivono in casa e soprattutto si evitano gesti di abbandono come è successo mercoledì e come ci aspettiamo succederà anche nei prossimi mesi”.
Adesso, come detto, i cuccioli sono al canile comunale in attesa di essere adottati dopo che saranno stati fatti i controlli. Nessuna traccia invece di chi li ha abbandonati.