Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Castiglion Fiorentino, cartello stradale "pericolo cera" dopo la processione

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Oggi è il Sabato Santo, le processioni sono finite, ma il cartello stradale, a maggior ragione resterà almeno fino a stasera. C’è scritto “pericolo cera” e si trova a Castiglion Fiorentino dove per tutta la Settimana Santa ci sono state le processioni che sono tornate dopo due anni. Il sindaco Mario Agnelli sottolinea: “Penso che sia uno dei pochi cartelli che esiste in Italia e che indica che la cera è pericolosa per le auto e anche per i pedoni”. E così il primo cittadino da martedì scorso ha sparso per tutto il paese i cartelli: “Usare prudenza - scrive successivamente su facebook - per le vie del centro, la cera delle processioni può fare brutti scherzi”. E lo sa bene il sindaco Agnelli, visto che negli anni scorsi, prima della pandemia “ci sono stati qualche incidente - sottolinea - Soprattutto perché la cera che cade per terra diventa un trabocchetto per passanti e anche per le auto. Il rischio è che se le gomme delle auto ci passano sopra, le macchine rischiano di non frenare. Negli anni scorsi abbiamo avuto qualche incidente, per fortuna senza conseguenze”. Però prevenire è meglio che curare e così il primo cittadino ha messo i cartelli. “Domani (oggi ndr) sarà l’ultimo giorno”. Ma ieri sera c’è stata la processione del Gesù Morto, quella più sentita dai castiglionesi e da tutti i cattolici e le tante candele si sono consumate lungo il percorso con il rischio di creare i vari disagi. “I cartelli stradali che, ripeto, forse siamo gli unici ad avere in Italia - prosegue Agnelli - servono per questo. Per dire agli automobilisti e ai passanti di stare attenti”. E stasera a Castiglioni tornerà anche la Volata. A mezzanotte, la statua del Cristo risorto verrà portata di corsa dentro la chiesa. Veglie pasquali ovunque. Ad Arezzo, in cattedrale comincerà alle 23 e sarà officiata dall’arcivescovo Riccardo Fontana.