Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Turismo ad Arezzo, il 25 aprile batte la Pasqua. Comanducci: "Merito anche degli eventi sportivi"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Il 25 aprile batte la Pasqua e Arezzo si riempie di turisti. Sono più che buoni i primi dati che arrivano da Roberto Comanducci, presidente albergatori aretini di Confcommercio. Un turismo soprattutto di italiani (tra il 70 e l’80 per cento) “ancora gli stranieri non hanno ripreso”, dice Comanducci “che si protrarrà anche per il prossimo fine settimana quando ad Arezzo ci sarà la fiera dell’antiquariato”. In questo lungo ponte che è cominciato ieri e che terminerà oggi, Arezzo è invasa da un altro tipo di pubblico, vale a dire quello sportivo. Ci sono infatti tre manifestazioni che coinvolgono numerosi appassionati che sono arrivati in città con le famiglie. “L’Ardita, il trofeo Guidelli e anche, la scorsa settimana, il Toscana Tour a San Zeno portano tantissima gente - sottolinea Comanducci - Soprattutto il trofeo di basket giovanile, conta numerose presenze in città che in questi tre giorni approfittano per vedere Arezzo”. Un appuntamento - il trofeo Guidelli, appunto - capace di riunire milletrecento persone tra ragazzi, tecnici, dirigenti e genitori che riempiranno quindici alberghi. Non solo della città, ma anche della provincia. Senza contare l’Ardita che già da ieri ha invaso le strade aretine con numerose presenze e iniziative collaterali e stamani ci sarà il via da piazza Grande. “Siamo particolarmente soddisfatti - prosegue Comanducci - Unica pecca che il tempo non ci ha aiutato e alcuni hanno disdetto in questa settimana. Ma contiamo di fare il tutto esaurito già la settimana prossima quando tornerà la fiera dell’antiquariato”. Accanto a questa numerose iniziative come la mostra di figurine che comincerà proprio il prossimo 30 di aprile e dedicata ai 40 anni della vittoria dell’Italia ai Mondiali dell’ ‘82. Dove si attendono turisti oltre che italiani anche oltre confine. “Ma il vero banco di prova per quanto riguarda il turismo straniero”, sottolinea Laura Lodone responsabile turismo presso Confcommercio “saranno sicuramente le prossime vacanze di primavera che coinvolgeranno numerosi paesi europei. In quel periodo possiamo vedere quanti turisti d’oltralpe torneranno da noi”. Arezzo, comunque sia, affascina sempre. “E’ una cittadina d’arte. Che oltre alla cultura offre buon cibo e poi ricordiamoci che non c’è solo Arezzo capoluogo, ma anche tutta la provincia che richiama un grande afflusso di gente”. Basti pensare che da venerdì scorso fino al 1 di maggio, ad Anghiari c’è la Mostra dell’Artigianato, altra calamita per tanti turisti. “Noi operatori siamo tutti soddisfatti - conclude Comanducci - Una stagione che è partita bene e che si prospetta anche meglio”. E dalla prossima settimana, con la speranza che il tempo non faccia di nuovo brutti scherzi, dovrebbe partire anche la zona pedonale che permetterà ai turisti di godere Arezzo di più.