Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, commissione sulla rotatoria di via Fiorentina che non parte mai: proposta di Donati per chiarire

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Giornata di consiglio comunale. In aula si discute della costituzione di una commissione speciale sui lavori della rotatoria di via Fiorentina. La richiesta è del consigliere comunale Marco Donati dopo che il progetto di realizzazione della nuova viabilità sul raccordo nello snodo tra viale don Minzoni, viale Amendola e via Fiorentina, sembra ormai essersi incagliato tra lungaggini amministrative e costi lievitati a causa dell’aumento dei materiali.

Per il capogruppo di Scelgo Arezzo adesso è arrivato il momento di fare chiarezza intorno alla maxi opera pubblica più volte annunciata dall'amministrazione Ghinelli e ferma con le quattro frecce.

“Da tempo si susseguono notizie stampa” spiega Marco Donati “sul rinvio del cantiere atteso dalla cittadinanza e più volte promesso dall’amministrazione comunale. Un tema per il quale c’è da capire cosa sia accaduto fino ad oggi”. “L’opera prevedeva inizialmente” spiega Donati nel ripercorrere alcune tappe dell’iter amministrativo “la realizzazione di una rotatoria a raso. Poi il progetto si è ampliato con l’aggiunta del tunnel. Le risorse impegnate sono passate da un milione pare a sei milioni di euro. L’avvio del cantiere è slittato di mese in mese e di anno in anno. Adesso pare che ai vari problemi si sia aggiunto quello dell’aumento dei costi dei materiali”.

La commissione quindi servirà per capire cosa sia accaduto fino ad oggi e come uscire dall’impasse. Di certo c’è infatti un’area – l’ex campo scuola – parzialmente cantierato, progetti susseguitisi negli anni e risorse destinate e da destinare ancora non ben identificate. Per Donati “la comunità ha bisogno di capire cosa sia stato finanziato dal piano delle periferie, e quanto con risorse proprie dell’amministrazione comunale”.

In ballo ci sono risorse nazionali e locali ma anche progetti che sono stati modificati in corso d’opera ed è per questo che Donati vuole vederci chiaro per capire il futuro dell’area e soprattutto se lo slittamento del cantiere rappresenti un ulteriore disagio per i residenti e i commercianti dell’asse di via Fiorentina-via Marco Perennio. “Cittadini penalizzati dalla mancanza della svolta dal raccordo sull’asse viario che porta in centro” spiega Donati “e che da anni chiedono un intervento mirato a migliorare la viabilità e l’accessibilità ai loro negozi”.

Per Donati se la soluzione della rotatoria dovesse saltare ancora è importante “prevedere le svolte dal raccordo verso via Fiorentina per dare una risposta a chi da decenni attende di veder migliorare la viabilità in quel tratto”. La commissione speciale servirebbe quindi ad analizzare tutti gli aspetti legati alle opere pubbliche necessarie alla realizzazione della rotatoria. “Non chiedo altro” puntualizza Donati “che uno strumento previsto dal regolamento del consiglio comunale. La commissione consentirà di approfondire un argomento specifico e sarà utile per capire se sono stati commessi errori di progettazione o amministrativi ma soprattutto quali sono i tempi di realizzazione che l’amministrazione comunale si è imposta”. 

La commissione chiesta da Donati non sarebbe una novità. “Il Comune” ricorda il consigliere di Scelgo Arezzo “ha già istituito una commissione sagre per decidere sui menù, non vedo quale difficoltà potrà esserci nella costituzione di una commissione su un tema di estrema rilevanza qual è quello della realizzazione di una maxi opera pubblica”. In attesa di capire quale sia la scelta del consiglio comunale relativamente alla costituzione della commissione, nel frattempo l'assessore Marco Sacchetti sta lavorando per far partire il cantiere superando i problemi legati all’aumento dei costi. Un accordo tra Comune e azienda che dovrà realizzare i lavori potrebbe porre fine al tam tam di rinvii susseguitisi causando lo slittamento dell’avvio del cantiere.