Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, torna il Mercatino Calcit (8 maggio). La solidarietà si fa anche con le coperte a uncinetto

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Oltre mille coperte pro Calcit. Piazza Grande ad Arezzo tappezzata dalle coloratissime creazioni ad uncinetto. Il progetto “Mani e cuore per il Calcit” verso la fase conclusiva. Domenica 22 maggio la distribuzione ad offerta in occasione della giornata di solidarietà durante la quale saranno raccolte donazioni da destinare all'acquisto di un ecografo per l'ambulatorio di chirurgia senologica dell'ospedale San Donato del costo di 50mila euro. L'originale iniziativa è nata da un'idea di alcune donne di Laterina capaci, in un anno, di coinvolgere un centinaio di aretine di tutte le età. Grazie alla loro generosità e alla loro laboriosità hanno preso forma oltre mille coperte lavorate ad uncinetto: coloratissime e diverse ognuna dall'altra.

Un tesoro di solidarietà custodito nei locali di Banca Intesa di via Calamandrei e pronto ad essere riversato in città per scaldare il cuore dell'intera comunità che, di sicuro, parteciperà alla giornata di solidarietà organizzata dal Calcit. Ad arricchire l'evento si aggiunge la partecipazione e il coinvolgimento di numerose scuole del territorio. Ben mille studenti delle scuole materne, elementari e medie hanno infatti disegnato mille buste di carta che serviranno a confezionare le coloratissime coperte. Una confezione quindi originale.

“Ogni coperta” ricorda il presidente del Calcit Giancarlo Sassoli “è differente dall'altra ed è formata da coloratissime mattonelle create ad uncinetto. Le coperte sono quindi realizzate a più mani e di dimensione un metro per un metro”. Il progetto ha coinvolto un centinaio di donne di tutte le età compreso le signore ospiti della Casa Pia. Sarà una bella festa quella prevista per domenica 22 maggio in piazza Grande alla quale parteciperanno le protagoniste del progetto “Mani e cuore per il Calcit”.

“A loro si aggiungeranno” puntualizza Sassoli “le studentesse e gli studenti, assieme ai loro insegnanti, degli istituti che durante l'anno scolastico hanno disegnato le buste che saranno utilizzate per incartare le coloratissime coperte”. Ragazze e ragazzi del Convitto nazionale, dell'Istituto Comprensivo Tricca, della scuola di Tegoleto, di Ponticino, di Laterina, di Castiglion Fibocchi e di Monte San Savino con il loro estro hanno quindi contribuito all'evento solidale.

“È la risposta” aggiunge Sassoli “dell'intera comunità aretina che non si tira mai indietro per organizzare iniziative originali pro Calcit. Nonostante il Covid abbia frenato i Mercatini dei ragazzi, l'affetto dimostrato al Comitato non si è mai fermato. Adesso a maggio ripartiamo con grande entusiasmo”. In programma tra l'altro c'è il gran ritorno del Mercatino dei ragazzi programmato per domenica 8 maggio nella zona Eden. “Sarà dimezzato” conferma Sassoli “per garantire distanziamenti. Ci saranno cento espositori e le bancarelle saranno 250 disposte lungo un solo lato. Festeggeremo anche con il concerto itinerante delle bande musicali e sono confermate sia la postazione della pesca di beneficenza e il punto ristoro”.