Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, stop a cantiere edile e titolare segnalato: mancavano dispositivi di protezione per i lavoratori contro le cadute

  • a
  • a
  • a

Il titolare di una impresa edile  che costruisce uno stabile nei pressi di Arezzo è accusato di non aver fornito ai lavoratori gli idonei dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall’alto e per non aver tenuto in cantiere e non aver esibito, su richiesta, agli organi di vigilanza i piani per la costituzione delle impalcature.

La ditta realizza un edificio in una frazione del comune di Arezzo e il responsabile, un imprenditore italiano, è stato segnalato all'autorità giudiziaria nell'ambito dei controlli sui cantieri per il rispetto delle norme di prevenzione e sicurezza contro gli infortuni svolti sul territorio ad opera dei Carabinieri, del Gruppo Carabinieri Forestale e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, di concerto con la Direzione Provinciale del Lavoro..

Nei confronti della società oggetto del controllo è stato disposto il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale per le gravi violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza del lavoro ed elevate sanzioni pecuniarie per 1.200 euro circa.