Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Castiglionese promossa in Eccellenza: a Castiglion Fiorentino gioia e programmi per il futuro

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Festa grande a Castiglion Fiorentino per la vittoria della Castiglionese nel campionato di Promozione, con il conseguente ritorno della formazione giallo-viola in Eccellenza nella stagione 2022/2023. Festeggiata la squadra, il mister, la dirigenza, che ha visto ritardato questo traguardo dagli anni della pandemia:

 

 

 

“Avevamo puntato a raggiungere questo obiettivo da subito dopo la retrocessione – ci dice Roberto Cirelli, uomo di riferimento del club ormai da molti anni – ma l'arrivo della pandemia ha fermato tutta l'attività sportiva. Avevamo fatto una squadra per cercare di vincere, inutile negarlo, contattando un ottimo allenatore e giocatori forti, che hanno accettato il nostro invito, a conferma che la Castiglionese ha un buon nome nel calcio dilettanti. E' stato un campionato esaltante, siamo stati quasi sempre in testa.

Ringrazio Roberto Fani, i giocatori, i dirigenti per quello che hanno fatto per tutta l'annata. Qualche idea per il futuro noi ce la abbiamo, dobbiamo parlarne con mister Fani e, se i programmi coincideranno, vogliamo puntare a far bene, non solo a salvarsi, anche l'anno prossimo. Ora è il momento di festeggiare con la squadra ma più avanti, penso a luglio, vorremmo fare una festa con tutti i nostri tifosi. Stiamo pensando al pallone di Montecchio”.

 

 

 

Soddisfatto anche Roberto Fani, l'allenatore di questa vittoria, che aveva giocato a Castiglioni una trentina di anni fa, avendo in panchina Giancarlo Busatti (oggi dirigente), Maurizio Morelli, Mario Pesci: “E' stata una annata storica per Castiglion Fiorentino – dichiara mister Fani – perché vincere non è mai scontato e perché avevamo di fronte squadre molto forti, come il Montalcino. Il merito è della caparbietà, della fatica, della determinazione della squadra, che ha raggiunto risultati, in 103 anni di storia mai così positivi se non nell'annata stellare della Seconda Categoria del 1995/96.

La giornata dell'8 maggio – la festa del patrono, la vittoria, i ragazzini in campo, la festa - rimarrà certamente nella storia di Castiglioni. Dopo la festa ci siederemo al tavolo con la dirigenza e se i programmi di crescita che avevamo prima del covid saranno ancora validi, allora inizieremo a programmare il futuro”.

 

 

 

Esulta anche il sindaco Mario Agnelli, uomo di sport, molto vicino alla Castiglionese: “E' stata una cavalcata emozionante, figlia di quella retrocessione di qualche anno fa, dopo uno spareggio al quale ero presente anch'io. La società si era ripromessa di risalire al più presto, poi c'è stato il covid, e vincere non è mai facile, perché anche quest'anno la Castiglionese aveva di fronte avversarie molto forti. Complimenti a tutti e, come ho già detto ai dirigenti, ora bisognerà cercare di vincere anche senza venire da una retrocessione. Da parte nostra, è confermata la vicinanza della amministrazione comunale allo sport castiglionese”.