Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, bomba a mano inesplosa trovata a Santa Firmina. Da inizio anno dodici ordigni rinvenuti

  • a
  • a
  • a

Ancora un ritrovamento di un residuato bellico nel comune di Arezzo. Ad operare sono stati chiamati gli artificieri dell’Esercito provenienti dal 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza che, a seguito della richiesta di intervento da parte della Prefettura di Arezzo, ieri mattina sono entrati in azione per mettere in sicurezza un ordigno rinvenuto in una zona boschiva demaniale dalle parti di Santa Firmina.
Il team di specialisti piacentino, giunto sul posto, ha constatato la presenza di una bomba a mano “Stielhandgrenate” modello 39 di nazionalità tedesca.
L’ordigno ancora potenzialmente pericoloso, è stato messo in sicurezza, per poi essere trasportato in un luogo idoneo dov’è stato neutralizzato.

 

 

Durante le operazioni di bonifica erano presenti le forze dell’ordine locali e il personale militare della Croce rossa italiana per garantire l’eventuale assistenza sanitaria.
Si è trattato del dodicesimo intervento effettuato nella provincia di Arezzo dall’inizio dell’anno per gli artificieri del 2° Reggimento Genio Pontieri, che operano quotidianamente nella propria area di competenza che comprende oltre ad Arezzo le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Massa Carrara, Pisa, Lucca, Siena, Livorno, Grosseto, Pistoia e Prato.