Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, scatta il toto allenatore. Sulla lista c'è anche Paolo Indiani

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

L’arrivo di Paolo Giovannini, nuovo direttore generale amaranto, proietta già l’Arezzo alla prossima stagione. E a tal proposito è iniziato anche il toto-allenatore. C’è da capire infatti a chi si affiderà il nuovo dg amaranto per la stagione 2022-2023. La logica potrebbe portare a pensare al profilo di Paolo Indiani, attualmente al San Donato Tavarnelle neopromosso in C. Il nome di Indiani è facilmente accostabile a quello di Giovannini, visti i lunghi trascorsi tra i due a Pontedera, dove la coppia Giovannini-Indiani ha lavorato molto bene lasciando un ottimo ricordo. L’altro nome potrebbe essere quello di Ivan Maraia, che è stato vice di Indiani a Pontedera, sostituendolo poi nel 2017: adesso Maraia è in uscita dalla società granata e Giovannini potrebbe pensare di portarlo con sé ad Arezzo. Ma sembra che le intenzioni del nuovo dg amaranto siano diverse, e che ci sia quindi l’intenzione da parte di Giovannini di virare su altri profili. Tutto ovviamente dipenderà da come andrà a finire la stagione dell’Arezzo targato Mariotti. Domani, intanto, al Comunale arriva il Flaminia Civitacastellana (calcio d’inizio alle 16) per l’ultima partita della stagione regolare. E solo una vittoria assicurerebbe agli amaranto di giocarsi poi il primo turno playoff (in programma domenica 22 maggio) in casa contro il Follonica Gavorrano. Con i playoff, inoltre, se l’Arezzo riuscirà ad imporsi e a battere le concorrenti del proprio girone, potrebbe aprirsi anche la possibilità del ripescaggio. Tra l’altro, proprio in questi giorni, in società si sta lavorando a tutta la documentazione necessaria per non farsi trovare impreparati. Per il nome dell’allenatore, quindi, si dovrà attendere almeno fino ai primi di giugno, quando Giovannini diverrà effettivamente operativo e per l’Arezzo inizierà a delinearsi meglio il futuro. Tra i nomi circolati nelle ultime ore ci sono, oltre ad Indiani e Maraia, anche quelli di Gianluca Colavitto e Luca Tabbiani. Due profili che sicuramente piacciono a Giovannini, ma che al momento sembrano poco più di una suggestione. Colavitto è fresco di rinnovo con l’Ancona Matelica, mentre Tabbiani il secondo ha un altro anno di contratto con il club emiliano. Due profili con esperienza sia in D (entrambi sono riusciti a vincerla) che in C, dove stanno avendo buoni risultati. Il toto-allenatore è ufficialmente partito, dopo i playoff ne sapremo sicuramente di più. Intanto l’Arezzo è concentrato sulla partita di domani contro il Flaminia, l’ultimo ostacolo prima degli spareggi, che se dovessero andare come tutti i tifosi sperano, potrebbero aprire nuovi e inattesi scenari.