Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo ospita il Flaminia (ore 16) per il terzo posto che vale la semifinale in casa. Cutolo, 39 anni e non sentirli

Riccardo Buffetti
  • a
  • a
  • a

Ultima giornata di campionato per l’Arezzo che oggi (fischio d’inizio ore 16) al Comunale affronta il Flaminia Civitacastellana guidato dall’ex Federico Nofri. Ieri, nella conferenza stampa pre partita, mister Mariotti ha presentato questo match ripartendo dal risultato dello scorso fine settimana: “Le sconfitte lasciano sempre qualche segno, al di là che siano meritate o meno. Noi sappiamo che abbiamo sbagliato negli atteggiamenti e nei comportamenti; questi elementi ci hanno sicuramente condizionato per inseguire il risultato finale. Però è innegabile che la prestazione ci sia stata, e da quella dobbiamo ripartire. Questa settimana ci siamo allenati bene come sempre e siamo pronti a blindare il terzo posto, obiettivo minimo che ci eravamo posti al mio rientro”.

Vista la vicinanza dei play off e i molti diffidati in casa Arezzo, Mariotti chiarisce che “non faremo nessun calcolo in merito. Nel calcio quando avvengono è la cosa più brutta. Manderò in campo i giocatori che riterrò più idonei, anche senza stravolgere troppo gli undici della scorsa domenica. Pensiamo alla gara di domani (oggi per chi legge, ndr, che in caso di vittoria ci permetterebbe di giocare in casa la semifinale. Gli spareggi sono gare particolari, da vivere. Dobbiamo centrare a tutti i costi il terzo posto, anche se non era l’obiettivo iniziale”.

E se dovesse esserci un calcio di rigore? “L’errore di Calderini, avvenuto tra l’altro dopo averne siglati dieci consecutivi, può anche starci. Non lo sbaglia chi non lo tira, perciò non conta altro. I nostri rigoristi rimarranno Cutolo e proprio Elio. Poi quando saranno in campo è anche bello che si prendano delle responsabilità nel calciarlo. Sono entrambi ottimi giocatori, ne approfitto per gli auguri al capitano - ieri ha festeggiato le 39 candeline -; secondo me può giocare ancora qualche anno”.

Infine sul Flaminia:” Sono già salvi e tranquilli. Nofri ci terrà a fare bella figura e a portare avanti la partita. So che ha motivato i suoi ragazzi marcando sul fatto che l’Arezzo è una delle tre squadre in Italia a non aver mai perso in casa. Vorranno fare il colpaccio. In campo i nostri giocatori sapranno cosa fare”. 

Al termine dell’allenamento di rifinitura è stato diramato l’elenco dei convocati per la sfida odierna. Portieri: Colombo, Balucani. Difensori: Mastino, Van Der Velden, Ruggeri, Campaner, Zona, Memushi, Frosali. Centrocampisti: Benedetti, Pisanu, Lazzarini, Sicurella, Mancino, Marchi, Marras D., Pizzutelli. Attaccanti: Marras N., Cutolo, Calderini, Persano.