Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Playoff, l'Arezzo prepara la sfida di sabato con il Follonica Gavorrano. Cavallino d'oro a Calderini

Nicola Brandini
  • a
  • a
  • a

Affrontare i playoff con l’obiettivo di vincerli per dare ancora più credibilità ad una stagione che ad un certo punto sembrava andare alla deriva. Nel post partita di domenica scorsa, Mariotti aveva caricato così i suoi in vista della prima semifinale playoff contro il Follonica Gavorrano. 

La partita, inizialmente in programma per domenica alle 16, è stata anticipata al sabato sera alle 20,30. Tre giorni separano quindi l’Arezzo all’appuntamento più importante di questa stagione al di sotto delle aspettative iniziali, contro un avversario, il Follonica Gavorrano, che quest’anno ha sempre dato filo da torcere agli amaranto. Mariotti e i suoi dovranno trovare il modo di invertire la tendenza per passare in finale.

Una missione non impossibile, se si considera che l’Arezzo potrà contare su due risultati su tre (vittoria e pareggio nei 120 minuti) per passare il turno. 

Gli allenamenti in vista della semifinale di sabato sono ripresi ieri pomeriggio al “Lebole” dopo 24 ore di riposo concesse alla squadra. Allenamento, quello di ieri, che dopo il riscaldamento ha contemplato un lavoro tecnico e alcune esercitazioni atletiche. In chiusura spazio ad una partitella contro la Juniores Nazionale a cui hanno preso parte i calciatori rimasti in panchina contro il Flaminia Civitacastellana e quelli entrati a partita in corso. 

Assenti solo gli infortunati Doratiotto e Giofrè, mentre Magliocca si è allenato con il resto della squadra. Per quest’ultimo si alzano quindi le probabilità di vederlo per lo meno in panchina sabato prossimo. 
Gli allenamenti proseguono oggi e domani sempre alle 16 al campo “Lebole”, mentre per venerdì è prevista una rifinitura fissata per le ore 20 all’interno del Comunale.

Per Mariotti sarà l’occasione per provare modulo e schemi simulando le stesse condizioni di sabato sera. Intanto questa sera alle 21, presso il Museo del Quartiere di Porta Santo Spirito, verrà consegnato a Elio Calderini il Cavallino d’Oro. Il premio, ideato e consegnato dal quartiere gialloblu, premia ogni anno il calciatore amaranto che più si è distinto per il maggiore e il migliore rendimento sia dal lato tecnico che da quello agonistico. 

Elio Calderini, autore di 19 gol in stagione - di cui 13 con la maglia dell’Arezzo – scrive così il suo nome nell’albo d’oro del premio più antico d’Italia giunto quest’anno alla sua 65esima edizione.