Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, lo spettacolo delle coperte del Calcit in Piazza Grande: incasso per ambulatorio di chirurgia senologica

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Trionfo di solidarietà pro Calcit. Piazza Grande tinteggiata dai colori della solidarietà. Sul mattonato stese 1.500 coperte realizzate dalle donne che hanno aderito al progetto Mani e cuore. 
Un'idea nata a Laterina da un gruppo di generose donne e capace di contagiare signore di ogni età che, per un anno, grazie alla loro laboriosità, hanno realizzato ad uncinetto ben 1.500 coperte con lo scopo di raccogliere fondi da destinare al Calcit. Esattamente, le donazioni raccolte saranno finalizzate a sostenere l’investimento da 50mila euro avviato per l'ambulatorio chirurgico senologico.

 

 

Ieri la giornata conclusiva del progetto Mani e Cuore ha stupito l’intera comunità regalando una coreografia meravigliosa anche ai turisti che hanno visitato la città. 
Piazza Grande è stata invasa dal tappeto della solidarietà. Soddisfatto il presidente Giancarlo Sassoli. 

 

 

“Un gran successo. Sopra ad ogni aspettativa” commenta il presidente del Comitato autonomo per la lotta contro i tumori. 
“C’è stato anche chi si è commosso. L’iniziativa è ben riuscita anche dal punto di vista sociale. Per un anno intero ha coinvolto moltissime persone che hanno lavorato per un obiettivo comune e solidale. Vedere realizzare tante coperte è un motivo di orgoglio. L’obiettivo era stato fissato a mille coperte ed addirittura ne sono state cucite 1.500”. 

 

Adesso non resta che raccogliere le offerte della comunità aretina che non mancherà di garantire l’intramontabile generosità che accompagna da oltre quarant’anni ogni iniziativa targata Calcit. Ieri è stato già un bell’inizio con centinaia di coperte che hanno già trovato casa e un cuore da scaldare.