Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, ripartono le sagre. Comincia Indicatore e segue Battifolle in questo fine settimana

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Mancano 48 ore e poi Indicatore e Battifolle ripartono le prime sagre dopo due anni. A Indicatore sono stati costretti ad anticipare la data, perché il circolo è sede di seggio il prossimo 12 giugno. E dunque si parte domani, giovedì 26 maggio, con la festa degli Antichi Sapori. Primo fine settimana fino al 29 maggio e poi dal 2 fino al 5 di giugno. A Battifolle invece sono pronte cinquemila uova per fare maccheroni (ai quali è intitolata la sagra) e dolci. Taglio del nastro venerdì 27 maggio fino a domenica 29 per riprendere il 1 giugno fino al 5 e durante il ponte funzionerà anche il servizio di pranzo. “La gente ci chiede se siamo emozionati visto che è la prima sagra dopo la pandemia – dice il presidente della sagra di Battifolle, Giuseppe Del Corto – ma noi siamo come sempre. Ricominciamo ed è come se non avessimo mai smesso”. E i numeri di Battifolle - tra la gente che lavora e i giorni impiegati - sono come quelli prima della pandemia con la differenza che a condire il tutto c’è anche un dose incredibile di entusiasmo. La cucina è stata tutta rinnovata e nonostante i due anni senza incassi nessuno ha fatto mancare benzina alla sagra. Volontari, solo volontari che come in tutti i paesi, lavorano per portare vita alla Asd Battifolle fatta di ragazzi che giocano a pallone e di signore che per mantenersi in forma e soprattutto in salute, passano gli inverni in palestra. Ma anche anche d’estate tante si tengono in forma: sono le donne che con le loro braccia forti e mani sapienti impastano uova, farina e tirano la sfoglia. Un rito che è diventata una scuola che si tramanda – per fortuna ancora sì – di madre in figlia. “Aspettiamo circa 250-300 persone – continua ancora Del Corto – Le nostre donne sono già al lavoro per impastare cinquemila uova che serviranno per i maccheroni e per i dolci. Poi sarà tutto come prima. Mascherine a parte che le indosseremo noi che stiamo in cucina e chi serve. Abbiamo 80 volontari che in questi giorni si stanno prodigando per ricominciare e ripartire alla grande”. La sagra di Battifolle 2022 è la 40esima “se non ci fosse stato il Covid sarebbe stata la 42esima edizione, ma a noi va bene così. E’ un bell’anniversario”. E dunque che siano maccheroni o antichi sapori, buona sagra a tutti.