Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, il calciatore Nicola Falomi realizza moderno centro sportivo per padel e calcetto a Castiglion Fiorentino

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Siamo ormai agli ultimi ritocchi, per Nicola Falomi, in vista dell'apertura del suo centro sportivo che, dopo una carriera calcistica di tutto rispetto in giro per l'Italia, ha voluto costruire nel suo paese di origine. 
Il centro si trova in una incantevole posizione nella campagna di Cozzano, dove la vallata sale tra uliveti e boschi di lecci e castagni, al confine tra il territorio di Castiglion Fiorentino e quello di Arezzo. Si tratta di una articolata struttura sportiva, che comprende un campo da calcetto, due campi da padel, ampi spogliatoi, strutture di servizio, un grande parcheggio con sessanta posti macchina. 
“Il centro si chiamerà Sport Club Castiglion Fiorentino. Stiamo lavorando sodo, ma non vogliamo fare le corse per aprire prima – ci dice Falomi – ma penso che tra agosto e settembre potremmo essere pronti”. Splendenti i due campi da padel, con caratteristiche all'avanguardia, così come il campo da calcetto, omologato per la Serie A Futsal, realizzato in erba sintetica monofilo in fibra di cocco, non tossica, il meglio del meglio per questo tipo di impianti.
Nicola Falomi è uno dei massimi talenti espressi da calcio castiglionese nell'ultimo quarto di secolo. 
Faceva parte della “nidiata” degli “85” - dal loro anno di nascita, affidata alle cure di Maurizio Raise, che fu giocatore anche in serie A, prima di diventare presidente e tecnico delle giovanili della Castiglionese. Nel settore giovanile giallo-viola Falomi rimase fino alla categoria Giovanissimi, prima di essere prelevato dal Montevarchi ed iniziare una bella carriera che lo ha portato in tutta Italia, dall'Arezzo in B con Mister Tardelli, a Nocera, Pistoia, Catanzaro, Celano, Poggibonsi, alla Pro Patria, a Pesaro, Melfi, fino a San Giovanni, per dirne alcune, con campionati vinti e goal segnati a bizzeffe.
Ci dice Nicola Falomi, che quest'anno ha contribuito in modo essenziale, segnando 16 goal, alla vittoria della Castiglionese nel campionato di Promozione: “In questi anni che mi hanno tenuto a lungo lontano da Castiglioni, ho avuto sempre in mente di fare qualcosa per il mio paese, dove sono nato, dove vive la mia famiglia, dove ho iniziato a giocare al calcio. Mi sono guardato intorno, ho studiato, e pian piano sono arrivato a concepire questa idea, che nell'ultima annata si è concretizzata giorno dopo giorno e ormai è vicina alla sua realizzaione. Sono tornato a giocare a Castiglion Fiorentino con grande entusiasmo, l'annata è stata davvero esaltante, e ora lavorare a questa struttura sportiva mi dà veramente una grande soddisfazione e spero che lo Sport Club Castiglion Fiorentino diventi un punto di riferimento per tutto il paese”.