Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, tutti in fila per fare la comparsa per la fiction "Fosca Innocenti"

Sara Polvani
  • a
  • a
  • a

Il set della seconda stagione della fortunata fiction tv Fosca Innocenti, trasmessa da Mediaset sul piccolo schermo, tornerà ad Arezzo per diverse settimane di ripresa a partire dal prossimo 13 giugno. La produzione di “Fosca Innocenti 2” ha effettuato ieri in città, tra le 10 e le 18, in via di Pellicceria, nei locali della vecchia scuola elementare G. Chiarini presso piazzetta Sant’Agnese, un casting per generici e figurazioni speciali che parteciperanno ai nuovi episodi della serie. Si cercavano uomini e donne tra i 18 ed i 70 anni senza restrizioni di taglio di capelli, tatuaggi e altri segni particolari. Prima delle 16 si erano presentate già trecento persone, provenienti da tutta la Toscana e oltre. “E’ un buon numero e ne aspettiamo ancora”, ha spiegato la capogruppo della produzione Banijay di Fosca Innocenti 2, Carla Bai, “Stamani (ieri, ndr) c’è stata tanta gente e già all’apertura c’era la fila. Bello. Ovviamente verso le 16-17 torneranno tante persone, di solito è così. Rispetto ai due anni di pandemia, quando i casting non si facevano in presenza, sono molto contenta di rivedere tutti faccia a faccia, di parlarci, confrontarmi, perché so già poi cosa possono fare anche se non sono ovviamente ruoli attoriali però comunque sono importanti anche quelli e scegliere le persone giuste è fondamentale. Abbiamo organizzato una sola giornata perché comunque non servono numeri enormi, per cui abbiamo pensato che potesse bastare. Se, in ogni caso, vediamo che tante persone sono rimaste fuori perché non sono potute venire o altro, verrà comunque distribuito un indirizzo mail a cui si può mandare la propria candidatura, ovviamente con foto e dati, rimane un po’ più arida come cosa ma si può lavorare anche in quel modo se serve. È prevista una retribuzione, tra l’altro, secondo il Ccnl”.
Sulla seconda serie di Fosca Innocenti ci può anticipare qualcosa?
“Vi anticipo”, ha proseguito Bai, “che la regia è di Giulio Manfredonia, sono quattro episodi per Mediaset sempre con Vanessa Incontrada ovviamente come Fosca Innocenti. Sono i soliti intrighi di ‘paese’ ma non posso dire altro, non mi voglio allargare sulle sceneggiature. Le location saranno comunque sempre qui in zona. E di sfondo alla parte poliziesca c’è sempre quella della vita privata e sentimentale di Fosca Innocenti. Quindi solito format: ha funzionato, continuiamo in quel modo”.
L’ufficio della Questura sarà nel Palazzo di Fraternita?
“Sì, sempre lì, Piazza Grande”.
Da quando e quanto dureranno le riprese?
“Partiranno il 13 giugno e finiranno il 23 luglio”.
Come vi trovate ad Arezzo?
“Ho spinto per fare questo casting”, ha concluso Carla Bai, “potevo evitarlo, invece ho spinto per farlo perché la risposta è sempre notevolissima. C’è bella gente che ci accoglie e che ci aiuta a preparare, che ci danno le stanze e poi anche coloro che si presentano. Ci si lavora   bene, per cui è bello venire perché il riscontro è questo. Poi tutta la stampa, vi siete mobilitati tutti, quindi grazie. 
Un ringraziamento in particolare a Franco Chiasserini della Fondazione Arezzo Intour per i locali”.
“Abbiamo messo a disposizione i locali”, ha spiegato l’assessore al turismo e presidente della Fondazione Arezzo Intour, Simone Chierici, “Dovrebbero partire con il set in centro dopo la Giostra, prima faranno qualche ripresa fuori città, mentre quando la piazza sarà libera faranno le riprese in Piazza Grande”.