Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, la Fiera Antiquaria in notturna a luglio insieme ai saldi

Esplora:

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

La Fiera Antiquaria by night. Idea per i mesi di luglio e agosto, quando il caldo rende difficile passeggiare per le vie di Arezzo nelle prime ore del pomeriggio e per gli espositori è altrettanto difficile restare con i propri banchi sotto il sole. Sabato sera, Fiera Antiquaria. Qualche espositore rimette a posto già alle 19 nonostante ci siano tanti turisti in giro. Non è “un boccon da ghiotti” stare tutto il giorno dietro al banco quando le temperature sfiorano i 40 gradi. E così alcuni espositori decidono di rimettere il banco e dare appuntamento per la domenica. Ma perché la Fiera, nei mesi di luglio e anche di agosto quando il sole picchia, non viene spostata in notturna? L’idea non è nuova, perché chi tra gli espositori e chi, in passato, anche tra gli amministratori, ci avevano pensato. E’ un disegno che specialmente quando arriva l’estate, torna sempre attuale, considerato che l’edizione di giugno 2022 è stata particolarmente afosa. La domanda l’abbiamo girata all’assessore Simone Chierici: “E’ una questione che ricorre spesso - dice - Ma non è così facile da attuare. Perché la Fiera Antiquaria in notturna ha bisogno di illuminazione. Si parla di un impianto elettrico permanente che deve essere realizzato in un centro storico. E non è così semplice. Come a dirsi”. Ma ci potrebbe essere un primo tentativo per capire se la Fiera Antiquaria in notturna funziona. Vale a dire l’edizione di luglio. “Quest’anno - sottolinea ancora l’assessore Chierici - la Fiera di luglio coincide con l’inizio dei saldi (2 e 3 luglio ndr) e quindi potremmo anche fare un tentativo. Nel senso che, in coincidenza con lo shopping sotto le stelle, si potrebbe proporre di proseguire la Fiera anche durante le ore serali”. Detto ciò, e chiarito che “a nessun espositore, anche adesso, è impedito di tenere aperto fino a mezzanotte. Mi riprometto - dice Chierici - di sondare le opinioni dei diretti interessati prima di qualsiasi decisione, dato che i protagonisti principali della fiera sono proprio loro”. Ma in questa estate aretina che si riprende la scena dopo il Covid, non sarebbe male un primo tentativo by night per capire se la manifestazione possa funzionare.
E sarebbe comunque limitata ai due mesi estivi luglio e agosto. Una proposta, un’idea che se andasse in porto metterebbe d’accordo, probabilmente sia i turisti che potrebbero gustarsi la manifestazione al fresco della sera e sia gli espositori che magari potrebbero fare anche una pausa durante le ore più calde della giornata.