Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giostra del Saracino: biglietti sold out per l'edizione in notturna

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Polverizzati i biglietti della Giostra. Niente più posto in tribuna e anche i posti in piedi, a ieri sera, erano praticamente esauriti. Una corsa al tagliando che si è consumata nel giro di pochissime ore. Praticamente qualcosa è rimasto per la Prova Generale in programma giovedì sera sempre in piazza Grande. Ma per quanto riguarda sabato i biglietti sono andati in fumo. Tribune piene, come prima del Covid. Meno posti in piedi invece nei due quadrati che ospitano i rispettivi quartieri. Le tribune tornano alla solita capienza e dunque in totale i posti saranno 2338. Da quest’anno poi le tre tribune di piazza Grande, avranno gli sponsor: tribuna A Chimera, tribuna B Orchidea Preziosi e tribuna C Chimera Gold. 
Tagliandi dunque polverizzati dopo che giovedì c’era stato il Click Day che aveva “messo in palio” duecento biglietti in prelazione. 
E in queste ore vengono montate anche le altre tribune, vale a dire la B e la C che sono sempre le ultime ad occupare piazza Grande anche per dare maggiore possibilità ai ristoratori di usufruire del suolo pubblico per mettere i tavolini all’esterno. 
Si annuncia un pubblico come prima del Covid. Il sindaco Alessandro Ghinelli ha ribadito: “E’ la Giostra della ripartenza dopo che quella dello scorso anno è stata praticamente una mosca bianca”. 
Non ci saranno restrizioni rispetto alla Giostra di settembre 2021, mentre il sindaco Ghinelli consiglia la mascherina soprattutto a chi occuperà i posti in piedi e “magari con i colori dei propri quartieri”. 
E intanto in piazza Grande proseguono anche stasera e domani le prove dei giostratori in notturna.
Giovedì invece ci sarà la Prova Generale che sarà dedicata a Marcello Innocenti pluripremiato capitano di Porta Crucifera. 
E poi sabato, dopo due edizioni saltate per Covid, torna la Giostra in notturna. Un grande appuntamento molto sentito dagli aretini. 
C’è infatti grande entusiasmo in città per questo ritorno. E la riprova sono i biglietti che in poche ore sono praticamente andati polverizzati.